Al via l’European Soccer Camp La Cavera: “Progetto che cresce”


il 10 Luglio 2016 - 18:46 1.772

l'evento

Al via l’European Soccer Camp
La Cavera: “Progetto che cresce”

Coinvolti numerosi ragazzi provenienti da Belgio, Lussemburgo, Francia, Svizzera e da altre parti d’Italia.

PALERMO – Sabato i primi arrivi, domenica la conferenza stampa, lunedì la cerimonia di apertura. Motori accesi per il via all’European Soccer Camp, lo stage calcistico dedicato a ragazzi e ragazze dai cinque anni in su organizzato dalla Football Academy di Francesco La Cavera, che coinvolge numerosi giovani provenienti da Belgio, Lussemburgo, Francia e Svizzera, oltre a richiamare l’attenzione delle accademie affiliate di Roma e Napoli. Professionismo e valori sani da trasmettere alle nuove generazioni coniugando sport e integrazione: una base fondamentale per formare quelli che potranno essere i campioni di domani.

“La grande soddisfazione è vedere come a essere coinvolti siano sempre più ragazzi, provenienti da un numero crescente di Paesi. Dalla Sicilia sono partito e in Sicilia puntualmente torno con il mio staff per portare avanti un certo tipo di discorso coi ragazzi”, spiega Francesco La Cavera che sabato è stato insignito del premio Selinunte Gladiators per l'attività svolta negli ultimi anni con la sua accademia in Belgio.

A svelare alcuni trucchi del mestiere c’è uno staff che può avvalersi, tra gli altri, anche dell’esperienza di Simone Altobelli, ex calciatore del Palermo che in rosanero ottenne la promozione in Serie B nella stagione 2000-2001. I tecnici si metteranno all’opera a cominciare da lunedì: presso lo “Sport Village Tommaso Natale” (di Giacomo Tedesco, altro ex giocatore già alle dipendenze del club di viale del Fante e del Trapani), infatti, daranno vita a doppie sedute giornaliere di 90 minuti. Il tutto sino a venerdì, quando la consegna degli attestati di partecipazione e le premiazioni chiuderanno il Camp.

Diverse anche le iniziative collaterali, a cominciare dalla “Champions League Talent Players”, in programma mercoledì: si tratta di un mini torneo tra i diversi gruppi al termine del quale saranno premiati i ragazzi che avranno mostrato maggior talento, sotto gli occhi degli osservatori di alcune società professionistiche italiane e straniere. Prevista anche la visita di alcuni personaggi legati al mondo dello sport: a trasmettere la loro esperienza in ambito agonistico saranno il bomber di Italia ‘90 Totò Schillaci, la prima allenatrice siciliana professionista Antonia Giammanco, il campione italiano dei mediomassimi Benny Cannata e il mental coach Piero Gatto.


il 10 Luglio 2016 - 18:46 1.772