Trapani sprofonda a Biella La Lighthouse mai in partita


il 20 Marzo 2017 - 12:13 383

basket - serie a2

Trapani sprofonda a Biella
La Lighthouse mai in partita

Granata demoliti dalla capolista del girone, che accelera in maniera decisiva nel terzo quarto.

BIELLA - Niente da fare per la Lighthouse Trapani, che esce con le ossa rotte dalla sfida contro la Angelico Biella. La capolista del girone occidentale del campionato cadetto vive una serata quasi tranquilla, tremando un po' solo nella fase intermedia della partita in cui gli uomini di coach Ducarello hanno provato a rifarsi sotto, andando negli spogliatoi con soli cinque punti da recuperare. Poi la nuova fuga della compagine piemontese, che ha alzato tantissimo l'intensità difensiva e ha piazzato il parziale decisivo, concedendo appena 23 punti nei venti minuti che compongono il secondo tempo. Granata che ora devono ricostruirsi per dare l'assalto ai playoff nelle ultime gare della regular season.

Partenza sprint di Biella con Ferguson e le triple di Hall e Tessitori per l'8-0 dopo due minuti e mezzo in cui Trapani fa il solletico a Biella. Poi Renzi schiaccia, ma Hall spara da fuori altre due volte, portando i suoi sul 14-4 prima di altri cinque punti in fila, firmati da Wheatle. La Lighthouse non è in campo, Tessitori segna dal pitturato e la pessima striscia granata viene interrotta da due canestri di Renzi. In mezzo la bomba di Ferguson. Ospiti che riescono a difendere bene per un paio di azioni, poi Simic dalla lunetta chiude il quarto sul 24-9. Le parti sembrano invertirsi nel secondo quarto, con Trapani che non concede punti nei primi tre minuti e infila un parziale di 9-0: Tommasini, Filloy (quattro punti in fila) e Mays da tre si sbloccano, poi alla bomba dell'argentino rispondono Ferguson e Venuto, sempre con i piedi dietro l'arco. Stavolta, però, la Lighthouse riesce a rispondere a tono con Renzi, prima della bomba di Viglianisi per il -7. Si iscrive alla partita anche Crockett, il suo primo canestro arriva dopo 18 minuti, Hall torna a segnare dalla lunetta prima della seconda tripla di Viglianisi che vale il 38-32 di metà gara.

Al rientro dagli spogliatoi, Biella torna a dominare sui due lati del campo, e fin dal primo possesso. Bomba di De Vico alla quale risponde Mays, poi un tecnico per parte e la tripla di Venuto per il nuovo +11 casalingo. Segna ancora il play americano di Trapani, poi alla seconda bomba di Venuto risponde Crockett, ma il passivo cresce possesso dopo possesso. Venuto è posseduto dallo spirito di Steph Curry e infila la terza tripla, De Vico e Udom si rendono utili con punti preziosi in un parziale di 15-3 nella seconda metà del quarto. I granata si spengono di nuovo, i tiri liberi allungano il margine fino al 67-43 con cui si chiude il terzo quarto. Ultimo periodo in cui si gioca poco, Biella inizia a fare accademia mentre Trapani continua a litigare con il canestro rivale. Si segna praticamente solo dalla lunetta, poi Ferguson trova il jumper dalla media per il +26 Angelico, seguito poco dopo dall'inchiodata di Tessitori e dal layup di Wheatle per il +30. Renzi e Crockett provano a salvare la faccia, poi l'americano segna da tre punti e riduce il margine, fissato sul -24 al suono della sirena.

ANGELICO BIELLA - LIGHTHOUSE TRAPANI 79-55 (24-9, 38-32, 67-43)

BIELLA - Hall 16, Ferguson 12, Venuto 14, Wheatle 7, Tessitori 11, De Vico 9, L.Pollone, Udom 6, Rattalino, Massone 2, M.Pollone, Pasqualini 2.

TRAPANI - Viglianisi 8, Crockett 10, Renzi 14, Tavernelli 1, Mays 9, Tommasini 4, Filloy 7, Ondo mengue, Simic 2, Costadura, Nicosia ne.


il 20 Marzo 2017 - 12:13 383