Palermo, non è l’ora della B La Viola cade al ‘Barbera’


il 30 Aprile 2017 - 14:01 8.687

calcio - serie a

Palermo, non è l’ora della B
La Viola cade al ‘Barbera’

La matematica retrocessione non arriva, decidono Diamanti e Aleesami. E ora l'Empoli è a -10 con quattro giornate da giocare.

PALERMO - La spina non è stata ancora staccata ed il Palermo a quattro giornate dalla fine del campionato è ancora in corsa per un miracolo. Nella giornata in cui i rosanero erano già rassegnati a salutare la massima serie contro la Fiorentina è arrivato infatti inaspettato un successo, il secondo stagionale dopo quello col Crotone, che porta i rosanero a -10 dal’Empoli (sconfitto in casa 3-1 dal Sassuolo) ma che lascia allo stesso tempo tanto amaro in bocca per come si è arrivati a questo epilogo. A decidere contro i Viola sono i gol di due giocatori tanto attesi durante il campionato (Diamanti ed Aleesami) e che oggi hanno trovato almeno la soddisfazione del loro primo sigillo in maglia rosanero. Adesso gli uomini di Bortoluzzi sono attesi da quattro sfide (Chievo e Pescara in trasferta, Genoa ed Empoli in casa) in cui è richiesta un vera e propria impresa sportiva o quantomeno la voglia di provarci.

LA CRONACA

LE SCELTE Bortoluzzi mischia nuovamente le carte dopo la pesante sconfitta contro la Lazio e lascia in panchina Sunjic, Gonzalez, Bruno Henrique e Lo Faso. Al loro posto Goldaniga, Cionek, Chochev e Diamanti. La scelta del toscano nello specifico al fianco di Nestorovski sorprende viste le indicazioni della vigilia che vedevano proprio l’ex viola partire dalla panchina. Sousa, che deve rinunciare a Kalinic squalificato, sceglie Babacar con Borja Valero e Ilicic alle spalle del senegalese.

LA PRIMA DI DIAMANTI L’avvio è tutto di marca rosanero con Diamanti e Nestorovski molto attivi sul fronte d’attacco. La Fiorentina sorpresa dall’approccio aggressivo dei padroni di casa ci mette un po’ ad ingranare e lo fa con i suoi uomini d’esperienza come Borja Valero e Ilicic anche se la difesa rosanero tiene bene. Il match si sblocca in favore dei siciliani grazie all’uomo che non ti aspetti e che per tutta la stagione ha faticato ad imporsi. Alino Diamanti al 32’ si guadagna un calcio di punizione che lui stesso batte dal limite dell’area superando Tatarusanu con una traiettorie forte e tagliatissima su cui il portiere rumeno non accenna nemmeno all’uscita. Il primo tempo si chiude con i rosa avanti nel punteggio.

ERRORI ROSANERO Nella ripresa Bortoluzzi non cambia niente nel suo undici e i rosanero scendono in campo con la stessa foga vista nella prima frazione con un Rispoli in splendida forma che asfalta la sua fascia più e più volte non sfruttando però le occasioni create. Diamanti per poco non trova il gol del raddoppio con una conclusione da fuori area che per poco non sorprende Tatarusanu fuori dai pali. La grande pressione degli ospiti porta alla conclusione il neoentrato Chiesa e Mlakar che non centrano per fortuna di Fulignati il bersaglio grosso. I rosanero sono invece pericolosi in contropiede e costringono Astori nel finale al secondo giallo che lascia i toscani in dieci. Il raddoppio arriva con Aleesami, primo gol in Italia anche per il norvegese, che salta Sanchez ed infila Tatarusanu sotto le gambe. Si chiude con il ‘Barbera’ che si divide tra applausi misti a delusione e fischi per un successo casalingo che arriva ormai troppo tardi, nonostante la matematica non condanni ancora i siciliani.

IL TABELLINO

PALERMO-FIORENTINA 2-0  (Diamanti 32', Aleesami 90')

PALERMO: 68 Fulignati; 15 Cionek, 6 Goldaniga, 4 Andelkovic (Gonzalez 68'); 3 Rispoli (cap.), 28 Jajalo, 14 Gazzi, 18 Chochev, 19 Aleesami; 23 Diamanti (Bruno Henrique 89'); 30 Nestorovski (Sallai 80'). A disp: 1 Posavec, 55 Marson, 2 Vitiello, 8 Trajkovski, 22 Balogh, 44 Sunjic, 89 Morganella, 97 Pezzella, 98 Lo Faso. All: Diego Bortoluzzi.

FIORENTINA: 12 Tatarusanu; 18 Salcedo (Saponara 57'), 6 Sanchez, 13 Astori; 16 Tello, 8 Vecino, 5 Badelj, 31 Milic (Chiesa 37'); 72 Ilicic (Mlakar 69'), 20 B. Valero (cap.); 30 Babacar. A disp: 23 Satalino, 57 Sportiello, 4 De Maio, 10 Bernardeschi, 15 Olivera, 19 Cristoforo, 24 Hagi, 27 Maistro, 40 Tomovic. All: Paulo Sousa.

ARBITRO: Paolo Tagliavento (Terni).

NOTE - Ammoniti: Nestorovski 20', Salcedo 30', Diamanti 55', Astori 62'. Espulso: Astori 87'.


il 30 Aprile 2017 - 14:01 8.687