Van Gardener vince ad Ortisei Dumoulin controlla la corsa


il 25 Maggio 2017 - 17:52 473

giro d'italia - 18 ^ tappa

Van Gardener vince ad Ortisei
Dumoulin controlla la corsa

Nel tappone dolomitico s'impone lo statunitense sprintando su Landa, battuto ancora una volta. L'olandese tiene la maglia rosa su Quintana e Nibali.

ORTISEI (BOLZANO) – Ci si aspettava qualcosa in più da un tappone come quello di oggi sulle Dolomiti da Moena a Ortisei di 137, frazione breve ma composta da ben cinque Gpm, ma alla fine ad imporre il proprio controllo sulla corsa rosa è stato sempre lui. Tom Dumoulin, olandese della SunWeb, quando mancano tre giorni alla conclusione del Giro d'Italia numero cento riesce a mantenere ancora una volta la maglia di leader con un'altra prova di spessore che lo porta a non perdere nulla dai più diretti inseguitori come il colombiano della Movistar Nairo Quintana e il messinese della Bahrain Merida Vincenzo Nibali. La tappa la vince un americano, Tejay Van Gardener della Bmc, che nella salita finale affrontata insieme allo spagnolo Mikel Landa del Team Sky, battuto ancora una volta dopo il secondo posto soffiato da Nibali a Bormio.

C'era lo spazio dunque di attaccare per lo Squalo e Quintana dopo il Passo Valparola, Passo Gardena, Passo Pinei e Pontives (salita finale) con poco meno di 4000 m di dislivello con pendenze medie attorno al 7% e punte fino al 15%, ma la freddezza dell'olandese senza l'aiuto della sua squadra è stata straordinaria con i suoi diretti avversari che hanno provato solo a pungere trovando ancora una volta un Dumoulin solidissimo. Le schermaglie quando mancavano 5,5 km dalla fine sulla salita di Pontives , con Dumoulin che ha gestito benissimo gli avversari abbozzando addirittura un paio di scatti, hanno dunque messo in crisi Quintana e Nibali costretti ad inseguire.

Incredibile quello che succede a due dalla fine con i primi tre della graduatoria che restano soli facendosi scavalcare anche da Zakarin, Pinot e Pozzovivo senza che Nibali e Quintana diano dei cambi all'olandese per riprendere i fuggitivi. Al traguardo può esultare dunque Van Gardener per il successo su Landa e anche il francese Pinot che fra tutti si avvantaggia negli ultimi chilometri accorciando a 1' 36' al quarto posto con Nibali che resta terzo a 1' 12". Adesso a disposizione c'è solo un arrivo in salita, quello di domani con ampi tratti pianeggianti nella parte finale prima dell’ultima salita. Si parte da San Candido, poi si superano il GPM del Passo di Monte Croce Comelico e Cima Sappada su strade mediamente ampie e in buono stato prima della lunga discesa fino a Tolmezzo. Segue il GPM di Sella Chianzutan. Ultimi 15 km interamente in salita con punte del 14%. 


il 25 Maggio 2017 - 17:52 473