Mascari: "Gol dedicato ai tifosi" Colombini: "C'è grande rammarico"


il 06 Settembre 2017 - 16:18 852

calcio - messina

Mascari: "Gol dedicato ai tifosi"
Colombini: "C'è grande rammarico"

Le reazioni di due dei protagonisti dello sfortunato esordio del Messina contro il Portici.

MESSINA – Messina-Nocerina potrebbe giocarsi a porte chiuse. Questa mattina c’è stato il sopralluogo al “Franco Scoglio” della commissione di vigilanza, la società al momento non è stata messa al corrente su quali siano le problematiche che porterebbero all’esclusione del pubblico sugli spalti per la prima uscita casalinga dei peloritani. La decisione definitiva, ad ogni modo, sarà presa domani ma al momento è difficile pronosticare l’esito della vicenda.

Tornando alle questioni di campo, una delle note migliori della sconfitta di Mugnano contro il Portici è senza dubbio in giovane Agostino Mascari. Il 18enne che pronti via, ha siglato il gol che ha consentito al Messina di riaprire, inutilmente, le sorti dell’incontro. Per lui però la soddisfazione è evidente e spiega anche quel cuore rivolto verso la tribuna del Vallefuoco dopo la marcatura: “Quel gesto era rivolto a tutti i tifosi che ci hanno seguito domenica a Mugnano. Non abbiamo potuto dargli la gioia della vittoria, ma gli ho dato almeno quella del gol. Chi non vorrebbe giocare contro la Nocerina… Gli under in questa squadra sono tutti validi, in allenamento ci diamo dentro, poi è il mister che fa le sue scelte. Speriamo vada bene per me ed i miei compagni, ma soprattutto per il Messina e i suoi tifosi. Mister Venuto? A lui devo quasi tutto. Non ero un giocatore quando sono arrivato al Due Torri e mister Venuto mi ha totalmente trasformato. Adesso al Messina mi sta aiutando sempre di più ad arrivare alla forma ideale”.

In gruppo subito una novità, dal momento che si è aggregato per un periodo di prova il portiere Riccardo Brugnoni, perugino, classe 1999, di proprietà della Vibonese. I calabresi lo hanno tesserato in estate anche in virtù degli obblighi regolamentari sugli under, ma dopo la riammissione in C, ad oggi peraltro un’eventualità tutt’altro che scontata, si sono detti pronta a girarlo in prestito all’ACR. Per Brugnoni la prima esperienza significativa nelle giovanili del Siena. Poi la firma con l’Inter, che lo strappò alla concorrenza del Manchester City. L’avventura più recente nella “Primavera” della Ternana, a pochi chilometri da casa. In estate è sfumato in extremis il passaggio ai belgi dell’Anderlecht, che dopo lo svincolo dai nerazzurri non avrebbero più dovuto versare un costoso premio di valorizzazione ai milanesi.

Ancora problemi per Tricamo che non ha smaltito la noia muscolare che non gli ha permesso di essere in campo contro il Portici. Per lui ancora allenamento a parte. Tra i volti nuovi dell’Acr Messina, spicca quello di Francesco Colombini: “C’è rammarico per la sconfitta, due mezzi episodi ci hanno condannato ad una sconfitta assolutamente immeritata. Non siamo stati bravi a pareggiarla o a vincerla, però la squadra è rimasta in partita fino alla fine. Credo che dopo una partita del genere il 2-0 avrebbe tagliato le gambe a chiunque. Messina è la grande occasione della mia carriera, una piazza blasonata e mi auguro di ripagare la fiducia della società e del mister, per venire qua ho detto no a molte proposte arrivate da squadre di serie C. Ricordo quando sono venuto qui a giocare con il Tuttocuoio, lo stadio fa venire la pelle d’oca e i tifosi saranno la nostra arma in più e spetta a noi portarli dalla nostra parte. Domenica affrontiamo la favorita, sarà una partita dura”.


il 06 Settembre 2017 - 16:18 852