Catania, un tris di riscatto Lecce k.o. e ridimensionato


il 09 Settembre 2017 - 20:18 3.201

calcio - serie c

Catania, un tris di riscatto
Lecce k.o. e ridimensionato

I rossoazzurri ottengono un successo di qualità contro una diretta concorrente per la promozione.

CATANIA - Il Catania strapazza il Lecce infliggendo ai salentini un sonoro 3-0 al termine di una gara dominata dai rossazzurri. Grinta, cuore e corsa su ogni pallone sono stati gli ingredienti decisivi per surclassare gli avversari che, solo a sprazzi, hanno dato l’impressione di poter impensierire Pisseri. Il portiere etneo, tuttavia, si è fatto trovare pronto in almeno un paio di circostanze, spegnendo le velleità giallorosse di riagguantare il risultato quando si era ancora sul vantaggio minimo. Il Catania inizia pigiando subito sull’acceleratore, sbloccando il risultato dopo 20 minuti con capitan Biagianti lesto a ribadire in rete un pallone che sembrava stregato dopo due salvataggi in extremis degli avversari. Poi Pisseri si oppone ai tentativi di Drudi e Lepore e -prima del riposo- si accende una mischia gigantesca innescata da un fallo di Esposito su Di Matteo. L’arbitro distribuisce alcuni cartellini gialli ed espelle il tecnico Lucarelli per proteste.

Nella ripresa, l’allenatore ospite Rizzo inserisce Pacilli ed il Lecce intravede la possibilità di riagguantare il risultato. Ma, dopo la difficile parata in due tempi di Pisseri sulla conclusione a botta sicura di Lepore, Lodi si vede negato il raddoppio dal palo in compartecipazione con Perucchini. Poi, lo stesso numero 10 rossazzurro pesca Marchese in mezzo all’area: quest’ultimo s’inventa un preciso pallonetto che manda all’incrocio dei pali il pallone del 2-0. Esplode di gioia il “Massimino” e Russotto, ben imbeccato dal neoentrato Fornito, mette il sigillo del 3-0. Lo sgusciante attaccante etneo impreziosisce, così, la sua miglior prestazione da quando veste la casacca rossazzurra. La partita finisce qui, col tabellino allungato solo da altre sostituzioni. Il Catania agguanta il Lecce in classifica a quota 4 punti ma, soprattutto, prende finalmente consapevolezza delle sue reali possibilità di recitare un ruolo importante nella lotta promozione.

TABELLINO

CATANIA-LECCE 3-0 (20' Biagianti, 78' Marchese, 80' Russotto)

CATANIA (3-5-2) – Pisseri, Aya, Tedeschi, Bogdan (dal 29°s.t. Blondett), Esposito (dal 17°s.t. Semenzato), Caccetta (dal 37°s.t. Bucolo), Lodi, Biagianti (k) (dal 29°s.t. Fornito), Marchese, Curiale, Russotto (dal 37°s.t. Di Grazia).A disposizione: Martinez, Manneh, Djordjevic, Mazzarani, Rossetti, Ripa, Correia. Allenatore: Cristiano Lucarelli.

LECCE (4-3-3) –Perrucchini, Ciancio (dal 22°s.t. Tsonev), Cosenza, Drudi, Di Matteo, Armellino, Arrigoni (dal 5°s.t. Pacilli), Mancosu, Lepore, Caturano, Torromino (dal 36°s.t. Dubickas). A disposizione: Chironi, Vicino, Gambardella, Riccardi, Marino, Valeri, Megelaitis, Lezzi. Allenatore: Roberto Rizzo.

ARBITRO: Luca Massimi della sezione A.I.A. di Termoli.

Assistenti: Salvatore Affatato (Vco) e Marcello Rossi (Novara).

NOTE - Ammoniti: Esposito (CT); Perrucchini (LE); Cosenza (LE); Drudi (LE);Espulsi: Lucarelli (allenatore del Catania) al 45° p.t.


il 09 Settembre 2017 - 20:18 3.201