Il Trapani sbatte sui legni Sicula Leonzio, punto d'oro


il 09 Settembre 2017 - 20:05 4.254

calcio - serie c

Il Trapani sbatte sui legni
Sicula Leonzio, punto d'oro

Due pali e una traversa per i granata, mentre i bianconeri giocano con ordine e mantengono lo 0-0.

TRAPANI - Si chiude a reti bianche il derby tra Trapani e Sicula Leonzio, e questa di per sè è una bella sorpresa. Sia perchè ci si poteva tranquillamente aspettare spettacolo e una buona quantità di gol tra due squadre messe in campo dai due tecnici Calori e Rigoli per provare a giocare un calcio arioso e a tratti spettacolare. Sia perchè ci si poteva aspettare un risultato diverso alla luce della rabbia in casa granata, dopo la sconfitta immeritata e non priva di momenti discutibili sul piano arbitrale di sette giorni fa contro il Lecce. Invece al "Provinciale" è venuto fuori uno 0-0 ricco più di momenti di tensione e di battaglia sportiva che di grandi giocate. Ha certamente più da recriminare la compagine di casa, che per ben tre volte ha sbattuto contro i legni della porta bianconera, con un palo e una traversa colpiti nel primo tempo rispettivamente da Taugordeau e da Maracchi, ai quali ha fatto seguito il secondo legno, colpito in avvio di ripresa da Ferretti. Gli ospiti proseguono dunque il proprio cammino da imbattuti in questo ottimo avvio di stagione, con quattro punti ottenuti in due giornate.

La partita inizia con un Trapani stranamente timido, anche se a dire il vero il merito di questo atteggiamento appartiene a una Sicula intraprendente e per nulla intenzionata ad alzare barricate. La prima palla gol la creano proprio gli ospiti con D'Angelo, che al 12' sfiora il palo con un destro velenoso dalla distanza. I granata non riescono ad imporre il gioco già visto sabato scorso a Lecce, tuttavia all'improvviso arriva una palla gol: al 23' Taugordeau liberato da Ferretti mette una palla insidiosa, c'è la deviazione di Gianola ma anche il palo colpito dal francese. Ospiti per nulla tramortiti dalla grande chance avuta dagli avversari e subito pronti a gettarsi nuovamente in avanti, ma il Trapani ci va ancora vicino al 27': Murano si fa respingere una conclusione a botta sicura da Narciso, Maracchi dovrebbe solo spingerla in rete di testa ma colpisce la traversa e il pubblico del "Provinciale" si dispera. I padroni di casa chiudono in crescendo la prima frazione, proprio allo scoccare del 45' ci riprova Ferretti con un mancino a giro che si spegne sul fondo di pochissimo, sancendo così la fine dei primi vivacissimi 45 minuti.

Si riparte dopo l'intervallo allo stesso modo con cui era finito il primo tempo, cioè con il Trapani che prende un legno, il terzo. Ferretti dopo tre minuti scappa sul lato destro dell'attacco granata, batte Narciso con un diagonale che però sbatte sul palo e torna tra le braccia del capitano bianconero. Calori cerca maggiore freschezza in mediana con l'inserimento di Bastoni al posto di Palumbo, poi Taugordeau cerca l'effetto sorpresa con una punizione che passa sotto la barriera ma trova la parata di Narciso. Evacuo per Murano e Minelli per Ferretti sono le nuove mosse granata per aprire la scatola leontina, dall'altra parte Ferreira prende il posto di Tavares e soprattutto Aquilanti rileva Bollino, per uno schieramento più abbottonato. Ritmi meno tambureggianti nella fascia centrale della ripresa, Sicula chiusa meglio nella propria metà campo: Marras prova ad aprire la scatola con una voleè alla mezz'ora che si spegne di poco alta. Padroni di casa che si rendono ormai pericolosi solo su tiri da fuori, come la punizione di Visconti al 78' che finisce tra le braccia del portiere bianconero. A tre minuti dal 90' Calori getta nella mischia Reginaldo, Gammone anche lui appena entrato tenta l'effetto sorpresa ma non supera Furlan, in quella che è l'ultima vera emozione del match.

TABELLINO

TRAPANI-SICULA LEONZIO 0-0

TRAPANI - Furlan, Pagliarulo, Taugourdeau (87' Reginaldo), Ferretti (59' Minelli), Murano (59'  Evacuo), Fazio, Silvestri, Maracchi, Palumbo (56' Bastoni), Visconti, Marras.

SICULA LEONZIO - Narciso, Squillace, Gianola, Arcidiacono, Esposito, Bollino (68' Aquilanti), Camilleri, De Rossi, Tavares (68' Ferreira), Marano (82' Gammone), D’Angelo (82' Davì).

Arbitro: Meleleo di Casarano.

Ammoniti: D'Angelo (S), Gianola (S), Camilleri (S).


il 09 Settembre 2017 - 20:05 4.254