Fortitudo, pronto riscatto Battuta Udine di coach Lardo


il 11 Settembre 2017 - 13:42 379

basket

Fortitudo, pronto riscatto
Battuta Udine di coach Lardo

La formazione dell'ex Trapani cade nettamente al cospetto della Moncada.

AGRIGENTO - Si chiude con il sorriso per la Fortitudo Moncada Agrigento il Torneo di Monfalcone, tappa obbligata per la formazione biancazzurra in questo cammino che la porterà alle soglie dell'inizio della stagione, in programma ormai tra venti giorni. La compagine allenata da Franco Ciani, che dunque lascia con una certa soddisfazione la propria terra natìa, porta a casa un bel successo ai danni della GSA Udine e conquista dunque anche il terzo posto in questo quadrangolare che ha dato risposte altalenanti al coach goriziano, il quale è comunque consapevole di avere a disposizione una squadra che potrà dare fastidio a tutte nel prossimo campionato di serie A2, nonostante il netto ridimensionamento rispetto ai roster avuti a disposizione nelle precedenti stagioni agrigentine. Ora per la Fortitudo è previsto il ritorno tra le mura amiche del PalaMoncada per completare il percorso di preparazione al prossimo campionato, con il via ufficiale della serie cadetta che è previsto per il prossimo 1° ottobre e darà anche i primi frutti del lavoro estivo.

Sono Dykes, Mortellaro, Veideman, Raspino e Pinton i cinque giocatori ai quali si affida dalla palla a due la GSA Udine guidata da Lino Lardo, noto nella Sicilia del basket soprattutto per un trascorso sulla panchina di Trapani. Dall'altra parte, coach Ciani parte con il quintetto composto da Zugno, Evangelisti, Williams, Cannon e Rotondo. Sono i friulani a partire meglio soprattutto in attacco, con un Dykes molto in palla al tiro dalla medio-lunga distanza. Agrigento non parte con la consueta intensità difensiva che ci si aspetta, trova punti importanti da Evangelisti e Williams per rimanere in scia, ma il primo quarto vede una GSA decisamente in ritmo e in vantaggio 24-20 al primo intervallo. Nel secondo periodo alza leggermente l'intensità la difesa della Fortitudo, che si oppone con grinta e caparbietà soprattutto con gli elementi del secondo quintetto. Spiccano i solito Pepe e Ambrosin, con il talento di scuola veneziana che ha anche delle ottime letture in attacco e porta i suoi in vantaggio. Udine non ci sta e reagisce con i canestri di Raspino e Veideman: così le squadre vanno all'intervallo lungo in perfetta parità a quota 42.

Si torna sul parquet con la Fortitudo che sale decisamente di tono sui due lati del campo. Coach Ciani ordina di difendere in maniera più forte e costante sui principali pericoli dell'attacco udinese, in particolare Dykes e Veideman che rispetto alla prima metà di gara sono costretti a prendere tiri più forzati e quindi con percentuali di riuscita più bassi. Dall'altra parte torna anche il Penny Williams dei tempi migliori in attacco, così Agrigento riesce a prendere il sopravvento e per la prima volta nella partita tocca anche la doppia cifra di vantaggio. Dall'altra parte Raspino prova a reagire, ma all'ultimo intervallo i siciliani sono avanti 57-66. Ultimo tentativo di reazione da parte degli uomini di coach Lardo nei primi minuti del quarto periodo, Dykes ci riprova ma la difesa continua a lavorare con una certa costanza, e allora la Moncada piazza l'ultima e decisiva accelerazione anche in attacco. Ancora Ambrosin sfrutta al meglio i minuti concessi da Ciani e realizza un paio di canestri importanti, poi torna sul parquet anche Evangelisti e sigilla la vittoria. Un successo che dà soprattutto morale, viste le ultime brutte sconfitte con Ferrara e Trieste.

TABELLINO

GSA UDINE-FORTITUDO AGRIGENTO 74-86

UDINE - Udine: Dykes 13, Mortellaro 10, Veideman 11, Raspino 14, Nobile, Pinton 11, Ferrari 4, Chiti, Pellegrino 6, Benevelli 2, Diop 3. Allenatore Lardo.

AGRIGENTO - Rotondo 5, Cannon 8, Zugno 9, Evangelisti 15, Cuffaro, Williams 17, Ambrosin 15, Guariglia 2, Pepe 9, Lovisotto 6. Allenatore Franco Ciani.


il 11 Settembre 2017 - 13:42 379