Di Napoli bacchetta l'Akragas "Ma il pareggio ci sta stretto"


il 08 Ottobre 2017 - 08:46 3.540

calcio - serie c

Di Napoli bacchetta l'Akragas
"Ma il pareggio ci sta stretto"

Il tecnico del Gigante parla dopo il 2-2 col Bisceglie. E sul rigore non si esprime.

AGRIGENTO - Ancora una grande amarezza, questa volta non per una sconfitta che forse non era del tutto meritata, ma per una vittoria che è diventata un pareggio negli ultimi minuti. Questa volta l'Akragas ce l'aveva messa tutta e sembrava ad un passo dal cogliere la vittoria, che sarebbe stata la terza di questo inizio di stagione non particolarmente facile sotto tanti aspetti. Ma alla fine un calcio di rigore ha consentito al Bisceglie di riacciuffare il 2-2 a sette minuti dalla fine, strozzando in gola l'urlo del Gigante e rovinando un sabato pomeriggio che fino a quel momento stava filando nel modo giusto. Poi anche l'occasione nel finale, con Franchi andato ad un passo da quella rete che avrebbe fatto cacciare, quell'urlo, a Raffaele Di Napoli e a una squadra che ora è entrata in crisi, pur interrompendo la striscia di due sconfitte consecutive patite contro Siracusa e Catanzaro. E tarda ad arrivare anche la prima vittoria "a domicilio", sul campo del "De Simone" che finora ha portato un solo punto nelle due partite.

E Raffaele Di Napoli non riesce a trattenere la delusione e il rammarico per un risultato che avrebbe potuto essere decisamente diverso, nella forma e nella sostanza. L'Akragas ha lottato per portare a casa la vittoria, ma non è andato oltre il pareggio, ma alla fine ha dovuto portare a casa solo un punto che muove la classifica fino ad un certo punto. Il tecnico del Gigante sa che i suoi giocatori avrebbero meritato qualcosa di più, ma sa anche che i suoi giocatori avrebbero dovuto tenere un altro atteggiamento, soprattutto sul piano dell'atteggiamento e della cattiveria, per riuscire ad avere un rendimento più costante: "Il pareggio non era il risultato che volevamo, la squadra ha dato tutto e speravo di riuscire a vincere la partita. Ci rimane un'ottima prestazione messa in atto nel primo tempo, mentre nel secondo tempo siamo molto calati. Portiamo a casa un punto che ci sta comunque molto stretto. C'è da dire che siamo stati poco cinici e molto poco incisivi e smaliziati. Manca questo a questa squadra, e se dovessimo recuperare queste caratteristiche allora potremo riuscire a dire la nostra".

L'episodio che di fatto ha deciso la partita e l'ha indirizzata verso il risultato finale di 2-2 è il calcio di rigore assegnato al Bisceglie a otto minuti dalla fine. Un episodio che non è stato molto gradito da tutta l'Akragas in campo, e sulla quale non si poteva non fare una domanda a Di Napoli. Il tecnico biancazzurro, nonostante sia chiara la sua espressione contrariata, non vuole farsi trascinare dalle polemiche e lancia un messaggio in maniera sibillina, quasi a voler far capire di non essere particolarmente d'accordo con la decisione presa dall'arbitro: "Ognuno può dire e pensare quel che vuole alla fine delle partite - ha dichiarato il mister dell'Akragas - , il mio modo di essere porta a rispettare gli arbitri e il loro operato pertanto preferisco non commentare".


il 08 Ottobre 2017 - 08:46 3.540