Messina e l’obiettivo remuntada Lavrendi: 'Ce la giochiamo con tutti'


il 03 Gennaio 2018 - 12:37 1.333

calcio - serie d

Messina e l’obiettivo remuntada
Lavrendi: 'Ce la giochiamo con tutti'

Il centrocampista calabrese spinge i peloritani alla rimonta in campionato.

MESSINA - Il Messina è ripartito con un obiettivo ben preciso, macinare punti e scalare quante più posizioni possibili. I ragazzi di Giacomo Modica hanno ripreso la settimana tipo già martedì, testa bassa e pedalare per battere il Portici, gara che inaugurerà il girone di ritorno. Una metà di campionato che in molti tra i peloritani vogliono vivere da protagonisti, continuando a sognare una remuntada che avrebbe dell’incredibile.

Il calendario però, sotto questo punto di vista, non sembra essere particolarmente amico dei siciliani, che dovranno rendere visita a sette delle prime nove del torneo, tra Troina, Nocerina, Acireale, Igea Virtus, Vibonese e Gela. Trasferte complicate, ma Giovanni Lavrendi mette da parte le tabelle, la strada da fare è davvero tanta così come le posizioni da scalare, quindi meglio concentrarsi partita per partita: “E’ vero, il calendario almeno all’apparenza non sembra essere nostro amico – ha commentato il centrocampista calabrese – noi però credo che ormai abbiamo dimostrato di potercela giocare a viso aperto in casa di chiunque. Ma prima di fare ogni tipo di discorso credo che siano fondamentali le prossime due gare, perché se con Portici e Nocerina dovessero arrivare punti pesanti allora non sarebbe più un’utopia pensare a qualcosa d’importante. Noi lavoriamo giorno per giorno per questo obiettivo. A Paceco abbiamo vinto forse giocando la peggior partita delle ultime settimane, ma questi possono essere anche segnali incoraggianti. La vittoria contro l’Isola di Capo Rizzuto ci ha dato nuova linfa e adesso pensiamo a queste due partite che rappresentano lo snodo per il resto della stagione”.

Scalare posizioni per regalare anche qualche gioia al presidente Sciotto, sempre più restio a rilasciare dichiarazioni pubbliche e a far sentire la propria voce attraverso dei comunicati stampa: “Lui forse non comunica molto con i media cittadini, ma è sempre stato molto vicino alle sorti della squadra. Durante la cena di fine anno ci ha fatto capire che lui vorrebbe un girone di ritorno di spessore, non ha parlato di obiettivi ma sicuramente vuole delle prestazioni in crescendo. Adesso sta a noi accontentarlo, anche perché è una persona molto verace, passionale, che ha investito tanto in questa squadra e in questa società, credo che almeno sotto il profilo tecnico si aspettasse ben altri risultati come noi del resto. Non dobbiamo mai dimenticare che questa società è stata costituita dal nulla, il primo anno qualche colpo di assestamento ci deve sempre essere”.

Lavrendi parla poi anche del tecnico, Giacomo Modica: “Ci tiene sulle spine, ha un modo di fare calcio molto aggressivo e propositivo. Cura molto l’aspetto fisico che è fondamentale per applicarlo, in occasione della pausa natalizia abbiamo fatto un vero e proprio miniritiro, abbiamo messo benzina nelle gambe per iniziare al meglio questo girone di ritorno, anche perché siamo il Messina è non possiamo rassegnarci o accontentarci dell’idea di fare un campionato anonimo”.


il 03 Gennaio 2018 - 12:37 1.333