Trapani inciampa in coda Cagliari passa al PalaConad


il 08 Gennaio 2018 - 11:27 385

basket - serie a2

Trapani inciampa in coda
Cagliari passa al PalaConad

Sconfitta imprevista ma indolore per la Lighthouse, già qualificata alla Final Eight.

TRAPANI - La Lighthouse Trapani chiude il proprio girone di andata, eccellente per gran parte delle gare viste finora, con una sconfitta che difficilmente era stata messa in preventivo. La Pasta Cellino Cagliari lascia il parquet del PalaConad con una bella vittoria ottenuta ai danni dei granata, i quali hanno approcciato questo ultimo turno della prima metà del campionato cadetto anche con qualche piccola chance di portarsi addirittura in testa alla classifica, in base anche ai risultati di Biella e Casale Monferrato. Invece è arrivata una sconfitta, che in un certo senso è ancor più sorprendente se consideriamo che la compagine allenata da Ugo Ducarello aveva dominato nella prima parte di gara, portandosi anche sul +21 in avvio di secondo quarto, salvo poi staccare quasi completamente la spina da entrambe le parti del campo. In ogni caso, si chiude con il segno nettamente positivo la prima metà di stagione di una Trapani che sa di non potersi più permettere certi scivoloni, in vista del girone di ritorno in cui cercare di dare il massimo per qualificarsi agevolmente ai playoff.

Come detto, la prima parte di gara è stata nettamente favorevole alla Lighthouse Trapani, capace di andare a bersaglio praticamente in ogni azione offensiva lasciando poco o nulla alla formazione ospite. Il grande inizio al tiro da tre punti soprattutto con Viglianisi e Perry consente ai granata di allungare in maniera decisa, portandosi anche sul 23-5, poi Cagliari si scuote un po' in attacco, e dopo aver chiuso il primo quarto sul 36-17 inizia a segnare con continuità, chiudendo anche la porta in difesa con una certa continuità. Così inizia la rimonta della Pasta Cellino, condotta soprattutto dagli americani Keene e Stephens, oltre che da un Roberto Rullo particolarmente ispirato. Così, dopo aver concluso in singola cifra di ritardo la prima metà di gara, i sardi riescono addirittura nel sorpasso già nel terzo quarto, riuscendo a prolungare la propria ottima prova sui due lati del campo, per poi riuscire a resistere agli assalti di Trapani nel quarto decisivo. Anzi nel finale gli ospiti riescono addirittura ad allungare, scacciando i guai.

Una sconfitta che non fa male in termini di classifica, ma sicuramente non piace a Ugo Ducarello per il modo in cui è arrivata. Il coach della Lighthouse Trapani ha visto una squadra completamente trasformata in negativo dopo l'ottimo inizio, e al termine del match ha sottolineato anche la bravura e la tenacia di Cagliari nel credere nella rimonta, agevolata anche dai suoi ragazzi. In ogni caso, in questa settimana si potrà riprendere a lavorare: "Cagliari ha disputato un'ottima partita credendoci sempre, complimenti a loro. Oggi abbiamo avuto un repentino calo di condizione dopo il primo quarto, abbiamo avuto fretta in attacco quando Cagliari rimontava. Dopo la prima frazione abbiamo consentito loro di fare il loro gioco: correre in transizione ed aumentare i ritmi. Quando hanno preso in mano le redini del match dovevamo essere più tranquilli ma già, mentalmente, avevamo staccato la spina. Questa sconfitta non ci deve demoralizzare, non eravamo fenomeni prima e non siamo scarsi adesso, bisogna soltanto ritornare a lavorare con intensità fin da martedì".

TABELLINO

LIGHTHOUSE TRAPANI - PASTA CELLINO CAGLIARI 78-84 (36-17, 44-38, 55-61)

TRAPANI - Jefferson 11, Bossi 7, Renzi 10, Testa 2, Fontana ne, Guaiana ne, Ganeto 2, Mollura 6, Viglianisi 15, Spizzichini 4, Perry 21, Simic.

CAGLIARI - Keene 16, Allegretti 7, Turel 1, Rullo 21, Ebeling 3, Matrone ne, Bucarelli 4, Stephens 24, Rovatti 8, Angius ne.


il 08 Gennaio 2018 - 11:27 385