Di Carlo non perde fiducia "Tante assenze ma buona prova"


il 10 Gennaio 2018 - 17:06 363

basket - champions league

Di Carlo non perde fiducia
"Tante assenze ma buona prova"

Il coach dell'Orlandina commenta la gara persa con il PAOK Salonicco. Fiducioso anche Stojanovic.

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Una sconfitta diversa, ma pur sempre una sconfitta nella prima gara che la SikeliArchivi Capo d'Orlando disputa in FIBA Champions League dall'inizio del 2018. Il PAOK Salonicco sfrutta nel migliore dei modi le rotazioni sempre più corte a disposizione di coach Gennaro Di Carlo, e dopo un ottimo inizio dei paladini sui due lati del campo porta a casa la partita davanti al proprio pubblico, aggravando in maniera quasi definitiva la situazione dei biancazzurri nella classifica del girone europeo. Restano comunque i buoni segnali recepiti dal coach della compagine paladina, il quale ha visto una squadra in palla per oltre metà gara nonostante i problemi evidenti sul piano fisico e nonostante la spada di Damocle data dalle pesanti sconfitte patite a cavallo tra la fine dello scorso anno e l'inizio del 2018, con tre 'trentelli' di ritardo accusati contro Avellino, Venezia e Cantù. Il passivo di diciotto punti patito in terra ellenica è figlio soprattutto dei problemi fisici che hanno costretto i vari Ihring, Ikovlev, Atsur e Maynor a non giocare, oppure a farlo per pochissimi minuti.

E al termine del match disputato in terra ellenica, Gennaro Di Carlo manifesta uno spirito e un atteggiamento diverso in sala stampa. Il coach della SikeliArchivi Capo d'Orlando sostiene che i suoi ragazzi abbiano dato vita a una buona prestazione al cospetto di una squadra esperta e di talento, costretta proprio dai paladini ad uno sforzo supplementare per venire a capo del match dopo una prima metà di gara in cui sono stati Stojanovic e compagni a fare meglio: "Stasera i miei ragazzi hanno fatto bene, considerando la nostra condizione. Venivamo da un brutto momento e avevamo alcuni giocatori infortunati, ma stasera in campo ho visto più disponibilità da parte loro a giocare insieme, sia in attacco che in difesa e Stojanovic ha fatto davvero un gran lavoro per la squadra. Giocheremo le altre partite in Basketball Champions League con lo scopo di migliorare sempre. Siamo una squadra giovane e da queste partite possiamo solo imparare. Penso che con ordine e disciplina raggiungeremo i nostri obiettivi. Ho grande rispetto per il PAOK - conclude Di Carlo - , per quello che rappresenta e oggi abbiamo respirato aria di grande basket".

La serata della SikeliArchivi Capo d'Orlando in terra ellenica è stata anche quella che ha visto debuttare in FIBA Champions League Vojislav Stojanovic. L'esterno serbo classe 1997 ha disputato la sua quarta gara dopo il lungo infortunio, come detto la prima in campo continentale, e le sue sensazioni continuano a migliorare partita dopo partita sia sul piano fisico che su quello della prestazione. Il numero 23 biancazzurro è stato infatti uno dei migliori in campo, nonché protagonista del tentativo di rimonta al rientro sul parquet dopo l'intervallo, e al termine del match in quel di Salonicco sottolinea la propria soddisfazione per il carattere dimostrato e per la voglia di non mollare dei suoi compagni: "È stato un piacere giocare contro una squadra con una grande storia come il PAOK. Stasera noi avevamo una panchina corta e il Paok ha usato molto il fisico nella seconda metà di gara e non siamo riusciti a contrastarli. Questa è la mia quarta partita dal mio rientro, la prima in Basketball Champions League. Mi sento bene - conclude Stojanovic - , sto riacquisendo fiducia sul parquet e sono felice di essere tornato".


il 10 Gennaio 2018 - 17:06 363