Palermo, Cionek alla Spal Monachello passa all’Ascoli


il 13 Gennaio 2018 - 07:30 3.194

Calcio - Serie B

Palermo, Cionek alla Spal
Monachello passa all’Ascoli

Il difensore firma un contratto di due anni e mezzo con gli emiliani, l’attaccante vola da Cosmi.

PALERMO - Dopo aver preso Fiore e Moreo, in casa Palermo è tempo di passare al capitolo cessioni. Nonostante le parole espresse da Tedino in conferenza stampa (“Io Embalo e Cionek li terrei entrambi”, ha affermato il tecnico rosanero), le prime partenze sono dietro l’angolo. Vuoi per l’esigenza di far quadrare equilibri all’interno della rosa, vuoi perché le circostanze rendono favorevole la separazione con alcuni elementi della rosa capace di presentarsi in testa al giro di boa.

Il primo a lasciare Palermo sarà, in ordine di tempo, Thiago Cionek. Per l’ex difensore del Modena si prospetta un ritorno in Emilia: già in giornata, infatti, il polacco di chiara origine brasiliana dovrebbe sottoporsi alle visite mediche per poi apporre la firma su un contratto di due anni e mezzo con la Spal. Un affare per tutti: per il Palermo, che recupera una manciata di migliaia di euro (poco meno di duecento) evitando di perdere il giocatore a parametro zero a giugno. Per Cionek, che ritrova la serie A dopo appena sette mesi; e per la stessa Spal, che può così affidare al tecnico Semplici un difensore, a suo tempo definito “cazzuto” da Zamparini, con un’esperienza di un campionato e mezzo nella categoria regina.

Rimanendo in tema di partenze, è praticamente da considerarsi cosa fatta il trasferimento di Gaetano Monachello all’Ascoli. La parentesi all’ombra del monte Pellegrino dell’attaccante di Palma di Montechiaro si appresta a concludersi dopo appena cinque apparizioni e il gol nell’ultimo impegno del 2017, al “Barbera” contro la Salernitana. Il vertice di mercato tenutosi venerdì tra Zamparini e Lupo, invece, potrebbe rimettere in discussione la cessione di Carlos Embalo al Pescara di Zeman: ipotesi che rimane in piedi, tuttavia una valutazione di natura tattica tra patron, ds e Tedino potrebbe mutare gli scenari. Il tutto, a una settimana dal ritorno in campo fissato per sabato prossimo al “Picco” di La Spezia.


il 13 Gennaio 2018 - 07:30 3.194