Agrigento gioca la gara perfetta Successo esterno contro Cagliari


il 11 Febbraio 2018 - 21:55 101

basket - serie a2

Agrigento gioca la gara perfetta
Successo esterno contro Cagliari

Seconda vittoria in sette giorni per la Moncada, che batte nettamente i sardi.

CAGLIARI - La Moncada Agrigento sembra essersi definitivamente sbloccata, come dimostra la grande vittoria sul parquet della Pasta Cellino Cagliari che fa il paio con quella ottenuta sette giorni fa in casa contro Tortona. Due successi nel giro di sette giorni che dimostrano la nuova inversione di tendenza in casa biancazzurra, con gli uomini allenati da coach Franco Ciani che si sono fermati solo mercoledì al cospetto della capolista Casale Monferrato. Una prova di grande spessore sui due lati del campo per la Fortitudo, che è riuscita a sopperire nel migliore dei modi alla pesante assenza nel quintetto iniziale del playmaker titolare Ruben Zugno, il quale starà fuori per un mese dopo l'infortunio al menisco patito proprio nel match vinto domenica scorsa contro i piemontesi, e questa sera ha giocato solo 7 minuti. Grande prova di squadra per una Moncada che manda cinque giocatori in doppia cifra e si gode l'ottima prestazione di Penny Williams, il quale chiude la serata in terra sarda con 21 punti, 8 rimbalzi e 3 assist. In totale, a sottolineare l'ottima partita di Agrigento c'è soprattutto il dato relativo ai 20 assist di squadra.

Agrigento parte alla grande, con la consueta difesa e con la tripla di Williams. Cagliari non segna per tre minuti ma la Fortitudo inizialmente non ne approfitta, Zilli e Ambrosin firmano il primo strappo ma è tutto il quintetto a sbloccarsi in un primo quarto pressochè perfetto: tripla Evangelisti, canestri di Penny e di Cannon ed è +10. Il talento di scuola veneziana partecipa alla festa con un'altra bomba, i sardi provano a rispondere con Stephens ma l'americano è l'unico a segnare con costanza. Così la Moncada chiude sul 16-30 il primo quarto con gli stranieri a bersaglio. Sempre Williams allunga il parziale con cinque punti in fila, poi Guariglia firma il +20, mentre la Pasta Cellino fa una gran fatica a segnare: Pepe mette la bomba, poi Lovisotto segna sotto canestro. Il solito Stephens è l'unico a salvarsi per Cagliari, Keene prova a dargli man forte ma la Moncada è uno spettacolo ed è ancora Pepe a suonare la carica con sette punti in fila. Cagliari muove il tabellino ai liberi, ma a metà gara è 37-53 Moncada.

Si torna dagli spogliatoi con il canestro di Cannon, poi Rullo mette due triple in fila e Cagliari è a -12. Inizia però un'altra fase della gara in cui l'attacco di Agrigento risulta debordante, segnano Evangelisti e Ambrosin per riallungare nel punteggio anche se i sardi sembrano più costanti in questa fase. Dopo l'ennesimo appoggio di Stephens si scatenano gli ospiti che colpiscono con due canestri in fila di Williams e l'appoggio di Cannon per il nuovo +20, poi Guariglia mette due triple di seguito e Keene segna il 56-78 che chiude il terzo quarto. Pura accademia nel quarto periodo, Cagliari riesce ad essere aggressiva in difesa mentre Agrigento sembra aver alzato ormai le mani dal manubrio. I biancazzurri non segnano per oltre quattro minuti ma la Pasta Cellino riesce ad arrivare solo al -15 con i punti di Rullo e Allegretti, poi si sbloccano Evangelisti e Guariglia, con quest'ultimo che poi mette la bomba che chiude definitivamente i giochi. Agrigento sa di aver vinto, Ciani trova ancora punti dietro l'arco con uno scatenato Guariglia, e nel finale c'è anche gloria per Cuffaro che entra in pieno garbage time e segna l'ultimo canestro di una gara perfetta.

TABELLINO

PASTA CELLINO CAGLIARI - MONCADA AGRIGENTO 73-95 (16-30, 37-53, 56-78)

CAGLIARI - Stephens 21, Allegretti 5, Rullo 17, Turel 2, Matrone 6, Bucarelli 3, Keene 19, Ibba, Rovatti, Eveling, Angius.

AGRIGENTO - Williams 21, Evangelisti 13, Pepe 12, Guariglia 19, Lovisotto 2, Cannon 14, Zugno, Ambrosin 8, Cuffaro 2, Zilli 4.


il 11 Febbraio 2018 - 21:55 101