Siracusa, rammarico Bianco: "Gol preso su nostra ingenuità"


il 12 Marzo 2018 - 13:32 490

calcio - serie c

Siracusa, rammarico Bianco:
"Gol preso su nostra ingenuità"

La Casertana passa al "De Simone", il tecnico aretuseo si mangia le mani per la chance sprecata.

SIRACUSA - Il Siracusa si risveglia da un brutto incubo, quello vissuto ieri sul proprio campo e coinciso con la sconfitta per mano della Casertana, alla quale è bstato sfruttare una indecisione da parte della retroguardia di casa e segnare con Turchetta il gol da tre punti, che fa montare il rammarico e la delusione in casa aretusea. Paolo Bianco, che non è stato risparmiato nelle critiche dei tifosi soprattutto per la scelta dell'undici iniziale, ha comunque potuto assistere alla prova di una squadra che ha avuto tante occasioni prima per passare in vantaggio e poi per replicare all'inatteso vantaggio della formazione campana. Soprattutto nel secondo tempo i padroni di casa hanno alzato il ritmo offensivo e hanno creato tante palle gol per cercare di rimediare all'errore difensivo che è costato il gol ospite, ma alla fine ha prevalso l'atteggiamento guardingo, attento e soprattutto concentrato della compagine guidata da mister D'Angelo, che fa dunque scattare una profonda riflessione in casa siracusana in vista degli ultimi impegni di campionato.

Al termine della partita, il tecnico della formazione aretusea non può fare altro che mangiarsi le mani, ma al tempo stesso prendere atto di una sconfitta che rovina parzialmente l'andamento della squadra nelle ultime giornate. La partita secondo Bianco è andata come da previsione, con il suo Siracusa a fare gioco e con la Casertana a chiudersi per ripartire, e purtroppo per i biancazzurri la strategia messa in atto dagli ospiti ha funzionato, con la rete di Turchetta alla mezz'ora che ha spezzato gli equilibri in favore dei campani: "Purtroppo ci abbiamo provato - dichiara Bianco a fine gara - , sapevamo di affrontare una squadra che si sarebbe chiusa bene, noi abbiamo provato a girare la palla da una parte all'altra. In alcuni casi abbiamo fatto bene, più velocemente, mentre in altri casi lo abbiamo fatto meno. Dispiace aver preso un gol su un infortunio nostro, la partita la stavamo facendo noi e la Casertana non ci aveva mai impensierito finchè non hanno trovato il gol. Dobbiamo solo prenderne atto e guardare avanti, adesso abbiamo davanti un'altra partita difficilissima a Francavilla e dobbiamo prepararla bene".

C'è tanto rammarico nelle dichiarazioni rilasciate da Bianco, ma anche la consapevolezza di aver visto giocare bene un Siracusa che non è stato molto fortunato nelle occasioni avute nella ripresa. In ogni caso, entrambe le frazioni confortano il mister aretuseo sul piano del gioco: "Secondo me anche nel primo tempo abbiamo fatto molto di più rispetto alla Casertana, purtroppo oggi è andato tutto storto e non possiamo fare altro che rialzare la testa e pensare alle ultime otto partite che abbiamo davanti. Ci sono ancora tanti punti da conquistare e dobbiamo pensare a conquistarne il più possibile". Chiosa finale dedicata ai fischi arrivati dagli spalti del "De Simone", ma Bianco fa capire di non essere troppo preoccupato, anche perchè c'è subito da preparare la trasferta in terra pugliese: "Ci possono essere stati fischi, ma la gente paga per venire allo stadio e vedere vincere la propria squadra. Tutti vorrebbero fare la formazione, quando non si vede la formazione giusta partono i fischi. Fa parte del gioco, fa parte del mio mestiere ma non posso fare altro che pensare a fare il mio lavoro al meglio".


il 12 Marzo 2018 - 13:32 490