Al via l’Europeo di Tavole a Vela L'evento presentato oggi al Lauria


31 Marzo 2018 - 12:49 134

al circolo lauria

Al via l’Europeo di Tavole a Vela
L'evento presentato oggi al Lauria

Il Lauria è pronto ad accogliere atleti di tutto il mondo. Il campionato europeo Techno Plus si svolgerà dal’1-7 aprile a Mondello: domani l'alza bandiera, da lunedì le gare.

MONDELLO (PALERMO) - Sono pronti a scendere nelle acque del golfo di Mondello circa 130 atleti di 27 nazioni di cui 7 non europee per gareggiare ogni giorno dall’1-7 aprile nei Campionati europei di tavole a vela della classe Techno Plus. Partecipanti anche non europei in quanto la manifestazione è valida per tutte le nazioni come prova di selezione in vista delle Olimpiadi Youth di ottobre a Buenos Aires. Ore febbrili di vigilia al Club Canottieri Roggero di Lauria impegnatissimo nell’organizzazione che vedrà il centenario club di Mondello sotto i riflettori del mondo delle tavole a vela. Stamattina il campionato è stato presentato ufficialmente dal presidente del club Giorgio Matracia e dagli altri dirigenti, Maurizio Floridia, Marco Gambardella e Alberto Gange. Presente anche il consigliere nazionale della Federvela, il marsalese Ignazio Florio Pipitone che ha contribuito lo scorso anno all’assegnazione dell’evento al Roggero di Lauria. Domani alle 17,30 la sfilata sul lungomare sino a Valdesi dei partecipanti accompagnati dalla banda di una associazione di Mondello. Alle18,30 nella sede nautica del Lauria la cerimonia di apertura del Campionato con il tradizionale alzabandiera. Da lunedì a sabato due prove al giorno con partenza alle 11.

“Sentiamo la responsabilità che ci attende - spiega il presidente Giorgio Matracia - ma abbiamo la convinzione di avere fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità per ospitare al meglio questa flotta di giovani surfisti che giungono da tutte le parte del mondo. Una rappresentativa qualificatissima di poco meno di 30 nazioni a dimostrazione di quanto attiri la Sicilia, Palermo e il suo mare di Mondello e la buona fama di cui gode il nostro sodalizio in fatto di organizzazione e di prestigio per atleti formati di cui molti di valore olimpico. Siamo grati al Comune di Palermo che sarà al nostro fianco e che ci collaborerà in tanti servizi. Ma ringraziamo per il sostegno ricevuto da altri enti pubblici e soprattutto nell’apporto appassionato di alcuni sponsor privati per la migliore riuscita dell’evento. Auguro a tutti i concorrenti buon vento”.

“Il fatto che questo campionato europeo – afferma Maurizio Floridia, direttore sportivo del Lauria – sia valido per tutte le nazioni come prova di selezione per gli equipaggi da qualificare per le Olimpiadi giovanili di ottobre in Argentina, ha reso oltremodo più che competitivo il campo dei partenti. Avremo atleti dall’Asia, dal Medio Oriente e dalle due Americhe a confrontarsi con la grande massa degli europei, i soli però a gareggiare per l’assegnazione dei titoli continentali. Ci saranno atleti da podio in Mondiali ed Europei e tanti aspiranti ad un posto per le Olimpiadi Youth. E sono certo che in questo contesto i colori azzurri reciteranno una parte importante. Tiferemo per loro ma soprattutto per i nostri rappresentanti del club”.

“La tavola a vela – sostiene Alberto Gange, dirigente del club e responsabile del settore – continua a rappresentare sin dagli anni ’80 una parte fondamentale della nostra attività velica. Un passato glorioso iniziato con Paco Wirz ed oggi proseguito con giovani che vanno dai più esperti Cangemi e Tomasello impegnati nel circuito della Coppa del Mondo per la classe Rsx, a Stancampiano che si appresta a lasciare definitivamente il Techno per approdare alla tavola olimpica dove si è giù ben distinto. Ma facciamo affidamento su atleti ancora più giovani come Giangrande tra i migliori under 15 in Europa e su un gruppetto di atleti più piccoli da Romano alla Costantino, che stanno maturando sotto la guida di tecnici capaci quali Udine e Collura”.

“Ci presentiamo a questo campionato – dice Armando Udine allenatore del settore tavole – con quattro atleti. Da ultimo abbiamo aggiunto il giovanissimo Giuseppe Romano, quasi come un premio al suo impegno e per fare esperienza. Invece facciamo molto affidamento su Giorgio Stancampiano nella categoria maggiore e su Alessandro Giangrande e Allegra Ardizzone nella categoria dei più giovani. Giorgio sarà l’elemento di punta e alle sue ultime esperienze su questa tavola Techno 293 avendo abbracciato ormai il progetto del salto sulla tavola olimpica Rsx. Poche settimane fa è giunto secondo dietro Nicolò Renna nella prova di Coppa Italia a Pozzuoli. Fa parte del team azzurro giovanile e tra quelli che sulla carta può aspirare alla qualificazione per le Olimpiadi Youth. Un traguardo che già con il Lauria abbiamo raggiunto alcuni anni fa con Ruggero Lo Mauro. Si è preparato bene per questo appuntamento in casa e sono certo che darà il massimo per fare bene e vendere cara la pelle. Quanto ai più giovani, Alessandro vanta un quarto posto agli europei under 15 del 2017, primo degli italiani e rappresenta il nostro atleta del futuro anche se la strada da percorrere è ancora molto lunga. Allegra è una ragazza che si impegna moltissimo, ha fiducia nei suoi mezzi ma deve fare ancora molta esperienza per avere iniziato da poco questa disciplina”.

LE PARTECIPAZIONI - Alla data di chiusura delle iscrizioni la segreteria della classe internazionale Techno 293 ha ufficializzato la lista dei concorrenti a questa edizione dei Campionato europei Techno 293 Plus di Mondello.

Gli ammessi risultano 130 tra maschi e femmine di 7 Paesi.  Ecco le nazioni rappresentate.
Sono 20 quelle europee: BELGIO – BIELORUSSIA – CROAZIA – ESTONIA – FRANCIA - GRAN BRETAGNA – GERMANIA – GRECIA – ITALIA – LETTONIA – LITUANA -  NORVEGIA – OLANDA – POLONIA – PORTOGALLO – SPAGNA – RUSSIA -  SLOVACCHIA – TURCHIA - UNGHERIA

In aggiunta, sono 7 quelle non europee: ARGENTINA – GIAPPONE - HONG KONG – ISRAELE – OMAN – SINGAPORE - USA

GLI ATLETI ITALIANI (22) - Tommaso Antognoli, Allegra Ardizzone, Marta Bonetti, Lerisen Di Leo, Roberto Galletti, Nicolò Gatti, Gianmarco Genna, Alessandro Giangrande, Andrea Guida Di Ronza, Veronica Leoni, Marta Monge, Ricardo Onali, Nicolò Renna, Riccardo Renna, Giuseppe Romano, Enrica Schirru, Roman Sorrentino, Giorgia Speciale, Giorgio Stancampiano, Edoardo Tanas, Marta Tanas, Alessandro Verona.

I FAVORITI - Cominciamo dagli azzurri. Per il suo curriculum il nome più accreditato è quello del gardesano Nicolò Renna, 17 anni del Circolo Torbole. Ha vinto un mondiale e un europeo della classe Rsx under 17. Vanta anche un terzo posto all’europeo Techno e un quarto posto al mondiale sempre Techno. In più mesi fa ha vinto anche i campionati sudamericani nello stesso campo di regata dove si svolgeranno le Olimpiadi Youth. Da Torbole arriveranno altri pretendenti, anche loro allenati dal palermitano Dario Pasta. Vedi il fratello maggiore di Nicolò, Riccardo Renna, quindi Nicolò Gatti che un anno fa a Mondello vinse la prova di Coppa Italia ed Eduardo Tanas, 16 anni e in grande ascesa. In campo femminile, l’Italia potrà schierare l’anconetana Giorgia Speciale, ormai proiettata verso una brillante carriera sulla Rsx. Nel suo palmares c’è di tutto, titoli mondiali, europei e italiani. Ha quasi in tasca il pass come unica rappresentante azzurra per i Giochi giovanili di ottobre a Buenos Aires.

In questo contesto azzurro, vanno evidenziate anche le potenzialità dei siciliani. In primis l’atleta di casa Giorgio Stancampiano, 17 anni, un prodotto della scuola Lauria diretta da Armando Udine. Due settimane addietro nella regata di Coppa Italia a Pozzuoli è stato battuto solo da Nicolò Renna. Nelle passate edizioni di europei e mondiali Techno 293 ha difeso con onore i colori azzurri ed ha dimostrato di stare al passo con i migliori. Ad aspirare a piazzamenti di riguardo anche i marsalesi della Canottieri Roman Sorrentino e Gianmarco Genna.

Quanto agli atleti stranieri, ce ne sono tanti di elevata qualità e pronti a spiccare il volo verso la più impegnativa tavola Rsx. Il francese Fabien Pianazza da campione europeo in carica si presenta come il surfista da battere per il titolo continentale. Dalla sua c’è anche un quarto posto al mondiale. E poi il greco Leonidas Tsortanidis, quinto allo scorso mondiale e sul podio in prove europee.  Altri atleti europei di qualità l’ingleseFinn Hawkins  e l’altra transalpino Yun Pouliquen, nono allo scorso mondiale. Resta l’incognita del valore di atleti dell’Europa dell’Est, come russi e polacchi in particolare.

In campo femminile detto della favorita Giorgia Speciale, ad insidiare l’azzurra potrebbero essere la francese Enora Tannè, terza al mondiale, la russa Dana Kosyak, giunta sesta e la norvegese Helle Oppedal, settima.

Fuori dal contesto europeo e quindi non in gara per i titoli ma per il successo assoluto, occhio ad Alexander Lim di Singapore, allo statunitense Manuel Nores e all’argentino Belisario Kopp.


31 Marzo 2018 - 12:49 134