Orlandina chiamata al riscatto Brienza: "A Brindisi per vincere"


il 13 Aprile 2018 - 16:48 474

basket - serie a

Orlandina chiamata al riscatto
Brienza: "A Brindisi per vincere"

Parla l'assistente di Mazzon alla vigilia del match contro gli ex Tepic e Iannuzzi.

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Betaland Capo d'Orlando chiamata a riscattarsi, ma su un parquet tutt'altro che facile e con una squadra in piena lotta per lo stesso obiettivo. Si gioca al PalaPentassuglia, l'avversario è la Happy Casa Brindisi, formazione che grazie agli ultimi risultati ha tolto un po' di castagne dal fuoco. Nicola Brienza, assistant coach dei paladini ha parlato proprio della sfida che, tra le altre cose, oppone ai biancazzurri due grandi ex della scorsa stagione come Milenko Tepic e Antonio Iannuzzi: "Ci aspettiamo una squadra che, dopo aver raggiunto una posizione di classifica relativamente tranquilla, vorrà sfruttare il fattore campo per chiudere in maniera serena il discorso per la salvezza. Da parte nostra, dopo la vittoria di Pesaro su Pistoia c'è la consapevolezza di dover almeno raggiungere i marchigiani, dobbiamo provare a vincere e fare una partita importante indipendentemente dall'avversario. Loro quando giocano in casa, grazie al pubblico e alle loro caratteristiche, riescono quasi sempre a fare delle buone prestazioni".

Brienza ha fatto capire quel che servirà alla Betaland Capo d'Orlando per giocare una gara gagliarda dalla palla a due fino alla sirena finale, cercando di evitare i passaggi a vuoto che sono costati la striscia negativa fatta ormai da 19 partite consecutive tra campionato e Champions League: "Dobbiamo cercare di controllare il ritmo, farli correre il meno possibile e far andare la partita su ritmi congeniali per noi, cercando di portare la partita in equilibrio fino agli ultimi possessi, magari con un pochino di fortuna in più rispetto alla gara con Varese in casa. Mazzon ha portato le sue idee, una metodica di lavoro diversa e questo genera di per sé una reazione da parte della squadra, che si sta allenando bene cercando di seguire le idee di pallacanestro di Andrea. Contro Varese, per quando non sia mai facile parlare di una sconfitta, abbiamo avuto dei segnali positivi che dobbiamo seguire e migliorare già contro Brindisi".

Tra le altre cose, la Betaland Capo d'Orlando ha potuto godere anche della presenza dei propri tifosi durante le sedute di allenamento svolte al PalaFantozzi. L'assistente di coach Mazzon ha sottolineato l'importanza della vicinanza dei supporters biancazzurri in vista di una trasferta così complicata, anche per cercare di portare in salvo la serie A, attualmente in forte bilico a causa dell'ultimo posto arrivato domenica scorsa dopo il ko con Varese e la conseguente vittoria di Pesaro: "La vicinanza del pubblico è un segnale molto importante, vuol dire che loro capiscono che da parte di tutti c'è grande voglia di lottare per la salvezza. Sentire questo calore anche all'allenamento di ieri, malgrado le sconfitte, ti dà grandi stimoli e grande convinzione di poter raggiungere l'obiettivo tutti insieme. Se mai ce ne fosse stato bisogno, ora sappiamo ancora di più che dobbiamo fare sempre meglio per l'Orlandina Basket e per gli orlandini stessi".


il 13 Aprile 2018 - 16:48 474