Trapani, Calori cerca riscatto: "Arrivare primi è ancora possibile"


14 Aprile 2018 - 12:00 504

calcio - serie c

Trapani, Calori cerca riscatto:
"Arrivare primi è ancora possibile"

Il tecnico granata punta la sfida contro l'Andria per il rilancio.

TRAPANI - Ancora una tappa cruciale per la stagione del Trapani. La formazione granata vuole mettersi alle spalle la sconfitta contro la Virtus Francavilla e per farlo ospiterà al "Provinciale" l'Andria. Una vittoria consentirebbe di affacciarsi nel migliore dei modi al big match del 23 aprile contro il Catania, ma Alessandro Calori vuole pensare solo alla gara contro i pugliesi, in piena lotta per evitare i playout: "La partita è stata particolare, ci sono mancati giocatori importanti. Non cerco mai alibi ma quando cambia tutto all'ultimo momento capita che arrivino difficoltà. Abbiamo giocato bene ma in certe gare bisogna lottare di più. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo sempre vincere, dispiace aver perso ma dobbiamo ripartire e giocare contro l'Andria che è squadra che lotta per la salvezza. Dovremo essere bravi a portare a casa la partita e continuare su questa strada, ancora tutto è da giocare e decidere quando un mese fa sembrava che non ci fosse più niente da fare. Bisogna restare sul pezzo e lavorare, non c'è altra strada. Mancheranno tra gli altri Corapi e Campagnacci, sto valutando Marras".

Calori parla delle caratteristiche che il Trapani dovrà mettere in campo per far sua la partita contro l'Andria. In primis il fatto di sfruttare il fattore campo, sempre determinante in un campionato come la serie C. E poi la superiorità tecnica dimostrata chiaramente dalla distanza in classifica tra le due squadre: "Bisogna cercare di essere corti tra i reparti, dobbiamo sviluppare il nostro solito gioco e sfruttare soprattutto il fattore campo. In campo ci va la tecnica ma soprattutto le motivazioni, e noi ne abbiamo tante perchè abbiamo fatto un campionato di rincorsa. Dobbiamo essere decisi perchè l'Andria è brava nelle ripartenze, quindi portando avanti tanti uomini bisogna stare attenti ai particolari". La distanza dal Lecce capolista è salita a cinque punti, ma Calori dimostra di credere ancora nella promozione diretta: "Di impossibile non c'è nulla, sicuramente ora è più difficile ma può succedere di tutto. Tutti sono in tensione, non si vince più con facilità. Bisogna essere lucidi e freddi. Per me c'è solo l'Andria, al Catania ancora non ci penso".


14 Aprile 2018 - 12:00 504