Messina, chiusura positiva Cinque gol e Paceco sconfitto


il 29 Aprile 2018 - 18:48 500

calcio - serie d

Messina, chiusura positiva
Cinque gol e Paceco sconfitto

Pokerissimo dei peloritani nell'ultima gara casalinga della stagione.

MESSINA - Il Messina saluta il pubblico del “Franco Scoglio” nel migliore dei modi, travolgendo per 5-0 un Paceco ormai destinato all’Eccellenza. Ad aprire le marcature è un gran gol di Migliorini, prima di dilagare nella ripresa con Mascari, Cocuzza, il rigore di Lavrendi e il centro di Bruno. Solito 4-3-3 per il Messina, Cassaro e il rientrante Bruno guidano la difesa con Inzoudine e Lia sugli esterni. Davanti alla retroguardia agisce Migliorini, con Lavrendi e Cozzolino nella mediana. In attacco ci sono Rosafio, Mascari e Cocuzza al rientro dopo essere stato messo fuori squadra per il caso stipendi.

A fare la partita sono i padroni di casa, il Paceco prova a difendersi ma il ritmo è nettamente condizionato dalla giornata estiva che sta caratterizzando questa domenica in riva allo Stretto. Così il primo pericolo degno di nota il Paceco se lo crea da solo, quando al 20’ Raia devia in modo goffo un traversone di Lia rischiando il più clamoroso degli autogol. Poco dopo però gli ospiti vanno ad un passo dal vantaggio, Terranova si invola verso la porta di Rinaldi sfruttando un buco della retroguardia giallorossa, ma l’estremo peloritano risponde presente. La sensazione è che solo una giocata individuale possa svegliare un match intorpidito da un ritmo di fine stagione e così avviene. Al 35’ corner ad uscire di Rosafio, velo di Lavrendi per l’accorrente Migliorini che calcia un bolide di prima intenzione che si va ad insaccare all’incrocio dei pali e Messina in vantaggio. Il centrocampista peloritano ci prova ancora una volta dalla distanza, ma Noto questa volta riesce a deviare in calcio d’angolo. Il finale però è di marca Paceco, Terranova prima ci prova con una botta dalla distanza, poi sul più bello si allunga un po’ troppo la sfera così in entrambi i casi è decisiva la risposta di Rinaldi.

Ultimi brividi di un primo tempo sonnolento, impreziosito solo dalla perla sfoderata di MigliorIni che ha dato vita ad uno dei gol più belli ammirati quest’anno al “Franco Scoglio”. In campo però si ripresenta soltanto il Messina, il Paceco è rimasto con la testa nello spogliatoio ed in pochi minuti la squadra di Facciolo dilaga. Al 49’ arriva il raddoppio firmato da Mascari, bravo a farsi trovare pronto sul traversone basso arrivato dal fondo da parte di Rosafio, per l’ex Due Torri è un gioco da ragazzi infilare Noto. Per il 19enne attaccante peloritano si tratta dell’ottavo centro in campionato. Appena due giri d’orologio e il Messina cala il tris, ancora prorompente azione di Rosafio che serve Cocuzza che resiste e segna il gol del 3-0. Esultanza liberatoria per l’attaccante palermitano, che si congeda dal pubblico del “Franco Scoglio”. Il Messina adesso gioca sul velluto, il Paceco ormai ha assunto le sembianze della squadra in vacanza. Al 58’ bello scambio tra Rosafio ed Inzoudine che serve in ottima posizione Cozzolino, il piattone di quest’ultimo si stampa sulla traversa. Poco dopo Rosafio cerca la gioia personale, irride Bulades e salta Noto in uscita e tenta il colpo sotto, ma Di Peri salva sulla linea.

Squillo ospite al 63’, ci prova Terranova dalla distanza ma Rinaldi è attento. Al 68’ bella rovesciata di Mascari che cerca il gol della domenica, ma Noto si supera e alza in corner. Sull’azione successiva ci provano Bruno e Cozzolino, ma Noto prima e la difesa trapanese poi evitano il quarto gol dei padroni casa. All’81’ ancora Rosafio salta Noto che lo stende, cavandosela solo con un cartellino giallo ma per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Lavrendi che spiazza l’estremo trapanese. Primo gol in campionato per l’ex centrocampista della Palmese, ma all’87’ fa il suo esordio nella classifica marcatori giallorossa anche Bruno, che supera Noto con un tiro cross che assume una traiettoria beffarda. Fischio finale. Il Messina si congeda dal “Franco Scoglio” con una vittoria convincente, contro un avversario rimasto colpevolmente negli spogliatoi dopo l’intervallo, a quel punto ha dilagato. Ultima fatica contro il fanalino Isola di Capo Rizzuto e poi sarà tempo di sciogliere i nodi sul futuro.

TABELLINO

MESSINA - PACECO 5-0 (35’ pt Migliorini, 4’ st Mascari, 7’ st Cocuzza, 35′ st Lavrendi su rigore, 41′ st Bruno)

MESSINA - Rinaldi, Lia (31’ st Barbera), Inzoudine (31’ st Manetta), Migliorini (25’ st Balsamà), Cassaro, Bruno, Rosafio, Cozzolino, Mascari (25’ st Carini), Cocuzza (7’ st Ragosta), Lavrendi. A disp. Prisco, Barbera, Manetta, Misale, Bucca, Iudicelli. All. Michele Facciolo (squalificato Giacomo Modica).

PACECO - Noto, Bognanni (25’ st Virgilio), Bulades, Giannusa (30’ st Blandina), Terranova (38′ st Marino), Lo Bue, Di Peri, Colace (25’ st Iuculano), Di Piedi (18’ st Cappilli), Raia, Yoboua. A disp. Pizzolato. All. Francesco Di Gaetano.

ARBITRO - Gianluca Grasso di Ariano Irpino. Assistenti: Domenico Russo di Torre Annunziata e Giuseppe Fresa di Battaglia.

AMMONITI - Raia, Colace, Noto.


il 29 Aprile 2018 - 18:48 500