Ragusa, un poker di conferme Restano Hamby e tre azzurre


31 Maggio 2018 - 11:11 321

basket femminile - serie a

Ragusa, un poker di conferme
Restano Hamby e tre azzurre

Consolini, Formica e Soli si aggiungono a Kuster e all'altra americana. Da qui in poi solo volti nuovi.

RAGUSA - Chiara Consolini, Alessandra Formica, Dearica Hamby e Agnese Soli restano in biancoverde. Dopo Jessica Kuster, il cui rinnovo era stato ufficializzato già mesi addietro, arrivano anche le altre riconferme in casa Passalacqua Ragusa, in vista del prossimo campionato. A loro seguiranno altre 5 new entry per completare la squadra. Hamby, in particolare, continuerà a formare insieme a Kuster una tra le coppie di americane che nella stagione da poco conclusa è stata certamente tra le più prolifiche, Consolini e Soli sono una certezza assoluta tra le italiane mentre Alessandra Formica si è ritagliata minuti importanti chiudendo la stagione in crescendo ed è pronta per fare la sua parte anche nella prossima stagione.

Insomma cinque certezze che confermano le ambizioni della formazione ragusana, che il prossimo anno concentrerà tutte le proprie energie nel massimo campionato di basket femminile, non disputando le coppe europee. “Sono ovviamente molto contento – dice coach Gianni Recupido - punto molto su di loro sperando che riescano a trasferire quello che noi abbiamo fato alla fine della stagione alle nuove arrivate e a portarlo in campo già dall’inizio perché l’obiettivo è quello di avere uno standard che ci deve essere sin dalle primissime partite, e questo poi bisognerà portarselo fino alla fine dell’anno. Quindi sono contentissimo che tutte e 4 oltre a Kuster rimangano perché sono proprio queste 5 che dovranno dare l’impronta che ci serve”.

Il team manager, Gianni Criscione aggiunge: “Siamo davvero contenti che una buona parte del nucleo di quest’anno resti ancora con noi il prossimo anno, qualcuna come Chiara tra l’altro comincia a diventare una veterana di questa squadra e siamo certi che già all’inizio della prossima stagione aiuteranno le altre ad ambientarsi e a costruire un grande gruppo così com’è stato quello di quest’anno. Capita spesso, inoltre, anche di sostituire le atlete straniere, soprattutto le americane, ma quest’anno abbiamo trovato due americane davvero disponibili, con una grande propensione al lavoro e allo stare in gruppo ed è dunque un immenso piacere riaccoglierle il prossimo campionato”.


31 Maggio 2018 - 11:11 321