Caltanissetta, Caruso ok Giacalone perde e saluta


12 Giugno 2018 - 18:43 591

tennis

Caltanissetta, Caruso ok
Giacalone perde e saluta

Prima giornata agrodolce per i siciliani in gara. Adesso occhi puntati su Lorenzi.

CALTANISSETTA - Il challenger nisseno per questa settimana è l’evento su terra rossa più importante al mondo. Bella vittoria del siciliano Salvatore Caruso nato ad Avola nel 1992 che al termine di un match condotto in maniera impeccabile e grazie anche al tifo di parenti e amici ha sconfitto 76 62 la settima testa di serie Tiago Monteiro, numero 140 al mondo.
. Al prossimo turno, l’allievo del palermitano Paolo Cannova se la vedrà con l’austriaco Dennis Novak.“Oggi sapevo che non sarebbe stata una partita semplice – spiega Caruso – Monteiro è un ottimo giocatore, specialmente sulla terra rossa. Vincere delle partite a Caltanissetta davanti a questo meraviglioso pubblico è sempre molto bello. Il livello dei giocatori presenti in tabellone è molto alto e già dal prossimo turno mi aspetta un tennista di spessore come Novak. Sto giocando molto bene– conclude Caruso - e sono fiducioso per il prosieguo del torneo” L’Italia sorride anche grazie alla vittoria del piemontese Matteo Donati, finalista a Caltanissetta nel 2016, il quale si è imposto 76 75 a spese del giovane norvegese Casper Ruud. “Partita difficilissima quest’oggi – ha dichiarato Donati – il caldo ha recitato un ruolo importante. Nel primo set sono stato bravo a recuperare da 6-2 sotto al tiebreak. È stato molto importante aver chiuso in due set, andare al set decisivo avrebbe comportato un notevole dispendio di energie fisiche e mentali. A Caltanissetta ho ottimi ricordi a livello di prestazioni. Spero di confermarmi, se non di migliorare”. Si qualifica agli ottavi di finale anche la seconda testa di serie del Trofeo Averna, Pablo Cuevas che al termine di una dura battaglia sconfigge il ceco Jozef Kovalik. Esce di scena invece il mazarese Omar Giacalone che cede nettamente all’ungherese Attila Balazs


12 Giugno 2018 - 18:43 591