La Maratona di Palermo Si corre tra sport e arte


08 Novembre 2016 - 14:30 2.338

l'evento

La Maratona di Palermo
Si corre tra sport e arte

Presentata la ventiduesima edizione della corsa, vinta l'anno scorso dall'italiano Lo Piccolo.

PALERMO - Presentata stamane l’edizione numero 22 della Maratona Città di Palermo in programma domenica 13 novembre con il via alle 9.15. Una manifestazione che si rinnova con un occhio alla tradizione, tra sport, cultura e impegno sociale. Tante le conferme e alcune novità nell’edizione 2016. Cominciamo dalle conferme: il percorso unico e la non competitiva, la “The Walk of smile – CRAI Sicilia Spa” che anche quest'anno avrà l'obiettivo di sensibilizzare e informare su una problematica sanitaria qual è la Thalassemia. Le novità: su tutte il “ritorno” dei keniani, quest’anno più che mai atleti da battere nella kermesse palermitana. In gara infatti ci saranno Ezekiel Kiprotic Meli, Paul Tiongik e Hosea Kimeli Kisorio, atleti di spessore, tesserati con società italiane. Kisorio ha vinto la recente Telesia Half Marathon, Tiongik ha trionfato alla Cortina-Dobbiaco Run, mentre Ezekiel Kiprotic Meli, che esordirà in maratona proprio a Palermo, appena un paio di settimane fa si è aggiudicato nel savonese la Run Riviera Run. Non solo Africa alla XXII edizione della maratona Città di Palermo, ma anche tanta Europa.

Saranno circa trenta, infatti, le nazioni rappresentate: Francia, Belgio, Finlandia, Inghilterra, Slovenia, Giappone, Austria, Germania, solo per citarne alcune. Folta e qualificata come sempre la pattuglia di atleti siciliani: pettorale numero 1 a Filippo Lo Piccolo, vincitore dell'edizione dello scorso anno; da segnalare la presenza di Vito Massimo Catania vincitore nel 2013 e di Max Buccafusca, in gara per preparare i mondiali della 100 km in programma a Valencia a fine mese. Al momento sono più di 1400 gli atleti iscritti per le due distanze, iscrizioni che chiuderanno nella giornata di domani e dunque numeri destinati a lievitare. Una gara che promette spettacolo con il percorso che anche quest’anno attraverserà la città, toccandone i siti più caratteristici, da quelli culturali, al parco della Favorita, fino al mare di Mondello.

Così l'organizzatore Salvatore Gebbia: “Un grazie a chi ci supporta, istituzioni e sponsor, meno a chi quest’anno ci ha abbandonato (l’assessorato regionale al turismo e sport n.d.r.) finanziando sagre della salsiccia invece di eventi come la Maratona d Palermo. Il Comune ci ha assegnato in extremis come magazzino e uffici l’ex centro stampa di viale del Fante struttura, in palese abbandono, che vorremmo ci venisse assegnata definitivamnte per i prossimi anni”. L'importanza del legame tra sport e cultura viene sottolineata dall'assessore comunale allo Sport, Giuseppe Gini: "La maratona che attraversa i luoghi dell’Unesco, le bellezze della città è motivo di vanto per tutti, i palermitani devono essere felici di questa manifestazione e di quello che rappresenta per la città intera in termnine di immagine”.


08 Novembre 2016 - 14:30 2.338