Riecco gli Internazionali femminili A Palermo a partire dal 2019


il 02 Novembre 2017 - 13:37 1.832

tennis

Riecco gli Internazionali femminili
A Palermo a partire dal 2019

L'evento si svolgerà in un Contry Time club che si presenterà con una veste rinnovata.

PALERMO - Il grande ritorno a Palermo di quello che è stato definito "un patrimonio per la città". Nel 2019 torneranno gli Internazionali Femminili di Tennis, torneo categoria International WTA organizzato dal Country Time Club di Viale dell'Olimpo, dopo un'assenza che dura dal 2013. I problemi economici hanno portato gli organizzatori a cedere temporaneamente il titolo alla Malesia, ma adesso è tutto pronto per vedere di nuovo i riflettori accesi su una grande realtà cittadina e non solo. Per problemi di calendario tennistico non si vedrà l'evento nel 2018, bensì tra due anni con una data di partenza già stabilita: il 22 luglio 2019. "La cessione temporanea ai malesi era l'unica soluzione per non vendere definitivamente - esordisce Oliviero Palma, organizzatore del Torneo, nella conferenza stampa a Villa Niscemi - Il contratto era di tre anni più tre, ma con la promessa di riportarlo a Palermo. Abbiamo approfittato di un mancato pagamento entro i termini dei malesi per rescindere il contratto. Il torneo starà fermo un anno senza dover pagare il montepremi vista l'indisponibilità di date. Contro avremo il Torneo di Mosca sul duro, il vecchio Gstaad. Sarà la trentunesima edizione dell'unico evento tennistico in Italia oltre a Roma".

Palma ha anche le idee chiare su quella che sarà l'organizzazione dell'evento: "Parleremo con il presidente della FIT Binaghi, vogliamo organizzare l'evento con la loro collaborazione. Chiederemo la gestione delle Wild Card come Roma, con un master di una settimana con l'assegnazione di una wild card alla vincitrice. Chiederemo anche di fare promozione sulla biglietteria da gennaio, come accade con il Torneo di Roma. Non stamperemo biglietti omaggio, chiederemo l'acquisto di abbonamenti che costeranno sugli 80/100 euro, prezzi più che onesti per dieci giorni di tennis. Ci rivolgeremo alla WTA per i diritti internazionali, mentre alla Supertennis per i diritti nel nostro Paese. Non chiederemo contributi pubblici, ma dei servizi al comune come le agevolazioni burocratiche o delle navette gratuite per completare l'offerta turistica".

Soddisfazione per il ritorno del Torneo a Palermo non solo da parte di Oliviero Palma, ma anche del presidente del Country Time Club Giorgio Cammarata: "Avremo un anno di riflessione che ci servirà per trovare soluzione ad ogni problema, adesso l'economia ha trovato una ripresa e torneremo ad organizzarlo". Dello stesso parere anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: "Dopo una lunga interruzione oggi siamo nelle condizioni migliore per raccogliere questo appello, di costruire e confermare questo evento. Adesso siamo tra le prime città turistiche. Sarà necessario nel corso del 2018 promuovere qualche evento cittadino che consenta di rinnovare l'impegno per questo Torneo".

Sarà un Torneo totalmente rinnovato visto che, come illustra Palma, il Country Time Club ha avuto modo di adeguare la struttura coi soldi malesi dell'affitto del titolo: "Abbiamo costruito una foresteria che vogliamo utilizzare per il Torneo, abbiamo ristrutturato gli spogliatoi e adesso stiamo ristrutturando anche la Club House con un occhio di riguardo alla logistica del torneo. Faremo anche un bel centrale da 2500 posti: tra quindici giorni una ditta di Roma verrà a Palermo per un sopralluogo, decideranno loro dove costruirlo. Noi vorremmo farlo in un terreno adiacente al circolo, ma vi sono dei problemi burocratici. Il nostro sogno è di costruire un campo coperto. Il nostro augurio è quello di trasferire questo patrimonio per l'intera città alle prossime generazioni".


il 02 Novembre 2017 - 13:37 1.832