Kosovan condanna l'Acireale Il derby va all'Igea Virtus


il 18 Febbraio 2018 - 18:42 849

calcio - serie d

Kosovan condanna l'Acireale
Il derby va all'Igea Virtus

Partita contratta decisa da un episodio. Sul finale l'arbitro non concede un calcio di rigore agli acesi per un probabile tocco di mano di un difensore giallorosso in area.

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) - Alla fine l'Acireale a Barcellona c'è, accompagnato da una nutrita presenza di tifosi. Rassicurati dalla società sulla questione stipendi, i giocatori acesi decidono di dare fiducia alla compagine societaria che ha promesso soldi in settimana. Mister Infantino ha quasi tutti gli uomini a disposizione, tranne Pizzo, infortunato, ma conferma quasi in blocco la squadra che ha battuto il Messina mercoledì scorso. Unica novità, Barraco in panchina per dare spazio a Sciannamè, per un Acireale insolitamente prudente, se non nell'atteggiamento, almeno negli uomini. Gli acesi, tornati alla vittoria domenica dopo sette turni di astinenza, vogliono continuare la striscia positiva iniziata col buon pari in casa della Vibonese. L'Igea però punta al risultato pieno per continuare a insidiare il terzo posto.

La partita viene fuori contratta, tra due squadre che si conoscono e si temono. Più Igea che Acireale, però, soprattutto nei primissimi minuti, quando Barbieri per due volte viene chiamato all'intervento, nel secondo caso subendo anche fallo. L'Acireale si vede con capitan Cocimano, la cui conclusione finisce a lato di poco. Stessa sorte, sull'altro fronte, per un contropiede di Merkaj, Barbieri guarda con sollievo la palla sfilare sul fondo di poco. L'Acireale viene fuori alla distanza, e chiude il primo tempo in attacco con una punizione di Lo Nigro che cerca un compagno libero in mezzo all'area, ma la sua soluzione non è fortunata, e l'Igea chiude senza problemi.

Avvio di ripresa con più Acireale: Dall'Oglio per due volte respinge prima su Cocimano, poi su Alvarez. L'Igea reagisce con Merkaj, autore di due colpi di testa, uno bloccato da Barbieri, l'altro abbondantemente a lato. Ci vuole il classico episodio per sbloccare la partita, e lo trova l'Igea con una pennellata su punizione di Kosovan che s'insacca sotto l'incrocio dove Barbieri non può arrivare.

Il goal permette ai padroni di casa di addormentare la partita, e all'Acireale manca il furore agonistico per cercare la rimonta. C'entra anche la stanchezza per il match giocato contro il Messina appena tre giorni prima su un campo pesantissimo, fatto sta che i granata non riescono a rendersi pericolosi. Rischiano invece sui contropiede ospiti, con un tiro dell'ex Santino Biondo che viene miracolosamente respinto dalla difesa granata. Poi ancora Biondo salta anche Barbieri e mette verso la porta, Sciannamè salva con le mani sostituendosi al portiere: rigore, ma dal dischetto Pitarresi centra il palo.

Lo scampato pericolo riaccende l'Acireale, Tumminelli ha l'occasione per pareggiare ma Ingrassia fa il miracolo. Concitati i minuti di recupero, con Ingrassia che salva ancora su Tumminelli, e sulla ribattuta l'arbitro non se la sente di punire col rigore il fallo di mano di un difensore giallorosso apparso abbastanza netto. Finisce 1-0 tra le proteste granata.

Tabellino

IGEA VIRTUS-ACIREALE 1-0

Marcatore: 19' st Kosovan (I)

Igea Virtus: Ingrassia, Fontana, Dall'Oglio, D'Antoni, Pitarresi, Sarcone, Biondo G., Biondi, Fioretti (22' st Biondo S.), Kosovan, Merkaj (18' st Kacorri). A disposizione: D'Amico, Brucoli, Cuzzilla, Gatto, Messina, Ferrante, Messina. Allenatore: Raffaele.

Acireale: Barbieri; Tumminelli, Manes, Schiavino, Lordi, Giarrusso (9' st Palermo, 29' st Dadone), Lo Nigro, Pannitteri (11' st Di Stefano), Cocimano (21' st Barraco), Alvarez (35' st Aloia), Sciannamè. A disposizione: Kuzmanovic, Lombardo, Tribulato, Aloia, Reina. Allenatore: Infantino.

Arbitro: Pelagatti di Livorno.

note: ammoniti Merkaj e Dall'Oglio per L'Igea Virtus. L'Igea ha fallito un rigore al 43' st con Pitarresi (palo).


il 18 Febbraio 2018 - 18:42 849