Un Messina cuore e grinta Modica: "Viviamo alla giornata"


il 19 Febbraio 2018 - 19:45 796

calcio - serie d

Un Messina cuore e grinta
Modica: "Viviamo alla giornata"

Il tecnico giallorosso tra prestazioni di squadra e obiettivo playoff: "La strada è ancora lunga".

MESSINA - Il Messina soffre ma alla fine ha la meglio su un coraggioso Roccella, piegato per 2-1 solo allo scadere da una magia di Rosafio. E dire che subito prima la palla del match point l’hanno avuta proprio i calabresi, ma Tassone ha sparato alto. Il Messina spumeggiante, divertente e sbarazzino ammirato nelle ultime uscite casalinghe si è visto solo a tratti, ma contro la squadra dell’ex Mimmo Giampà contava solo vincere e riprendere la corsa playoff dopo lo scivolone di Acireale. Giacomo Modica si gode questi tre punti: “Non era facile – ha dichiarato – fortunatamente adesso riprenderemo ad allenarci regolarmente per la prossima gara. Glòi undici giorni tra la gara con la Gelbison e quella di Acireale ci hanno spezzato il ritmo, così come i quattro giorni da Acireale ad oggi. Credo che oggi abbiamo giocato una buona gara, un buon primo tempo, l’azione del gol di Yeboah è stata bellissima, abbiamo fatto spesso dei cambi di gioco. Poi ci sono pure gli avversari, il Roccella non è una squadretta, in trasferta ha conquistato pochi punti ma ha sempre fatto delle ottime prestazioni”.

Tra infortuni e squalifiche le scelte erano praticamente obbligate, in più si è aggiunto lo stop di Cassaro non appena entrato in campo: “Oggi abbiamo perso di nuovo Cassaro, però i ragazzi sono stati bravissimi, per cui ripristiniamo un po’ di energie e poi pensiamo al Troina. Dobbiamo vivere con la consapevolezza di essere una buona squadra che ha voglia di migliorare e di divertirsi lavorando: non dobbiamo avere l’assillo di cosa potrà succedere domani, ma bisogna vivere bene il presente e quello che viene ci prenderemo. Sappiamo che Messina merita qualcosa di diverso, però il gap è lungo, le altre volano e chi ha 8 punti di vantaggio può amministrare. Io ho preso la squadra un girone fa, eravamo limitati dalla classifica e da una condizione fisica non eccellenti, eppure abbiamo fatto cose importanti e costruito un bel giocattolino con elementi di grandi qualità umane e tecniche. Ora dobbiamo solo cercare di portare a compimento la nostra strada e la nostra stagione nel migliore dei modi”.

Adesso due trasferte molto dure come quelle di Troina e Vibo, le prime due della classe: “Ci penseremo a tempo debito, da martedì inizieremo a preparare la gara di Troina e lì ci conteremo e vedremo chi potrà essere recuperato e chi no. Ma intanto ci godiamo questa vittoria importante, perché la sconfitta di Acireale ci aveva un po’ infastidito. In caso di passo falso avremmo avuto due punti in più da recuperare sulla zona playoff e sarebbe stato tutto più complicato”.


il 19 Febbraio 2018 - 19:45 796