Tre punti preziosi per l'Acireale Secco 3-0 all'Isola Capo Rizzuto


il 25 Marzo 2018 - 17:22 562

calcio - serie d

Tre punti preziosi per l'Acireale
Secco 3-0 all'Isola Capo Rizzuto

Vittoria importante in chiave salvezza contro il fanalino di coda del girone I.

ISOLA CAPO RIZZUTO (CROTONE) - A caccia dei punti per blindare la salvezza, l'Acireale affronta l'ultima trasferta calabrese con l'obiettivo di portare di nuovo tre punti da oltre stretto. Non era più successo questa stagione, dopo il 3-2 rocambolesco in casa della Palmese. Dopo quel successo, infatti, l gli acesi hanno preso cinque pappine a Cittanova, incassato una sconfitta per 1-0 a Roccella, e strappato un insperato punto in casa della Vibonese. L'occasione è propizia anche perché l'isola Capo Rizzuto è fanalino di coda di questo campionato, capace di inattese impennate, ma insomma, avversario molto alla portata dei granata.

Mister Infantino ha quasi tutti gli uomini a disposizione, unica difficoltà in porta, dove dietro Barbieri non c'è Kuzmanovic e allora il tecnico acese porta in Calabria un portierino pescato dalle giovanili granata, che poi non va neanche in panchina.

Si parte sotto una violenta grandinata che mette a rischio il regolare svolgimento della gara. L'arbitro è costretto a rimandare di qualche minuto il fischio d'inizio. Ma si comincia, comunque, nonostante la pioggia e il vento non diano tregua. È subito l'Acireale a fare la voce grossa con un tiro-cross di Palermo che Pullano smanaccia in corner. Rispondono i padroni di casa con un tiro da fuori di Mirabelli che esce di poco a lato. Rimane comunque difficile fare calcio, viste le condizioni meteo al limite della praticabilità: si va per lanci lunghi nella speranza di innescare gli attaccanti. Meglio i granata, comunque, in grado di arrivare sempre pericolosamente a ridosso dell'area calabrese, ma leggeri nell'ultimo passaggio. I padroni di casa invece stanno ben chiusi dietro e provano a pungere in contropiede. Pericolosi i granata con Tumminelli, fermato in corner un attimo prima della conclusione vincente; sull'angolo, però, Manes di testa chiama alla respinta Pullano, sulla ribattuta irrompe Pannitteri che fa 1-0. Sulle ali dell'entusiasmo i granata vanno subito vicinissimi al raddoppio, ma il tiro di Aloia esce di poco. Esce anche, per infortunio, l'autore del goal Pannitteri, Infantino mette in campo al suo posto Di Stefano.

L'Isola prova a reagire ma è l'Acireale a rendersi pericoloso con Aloia che anticipa il portiere ma poi non riesce a mettere in porta. Ci riesce poco dopo, quando riprende una corta respinta della difesa di casa su un cross di Pantano: tocco sotto dell'attaccante granata, e 2-0. É il punteggio con cui si chiude il primo tempo.

La ripresa si apre con il maltempo che offre una tregua, e con un diagonale di Barraco a lato di poco. Sul fondo anche una girata di Aloia su traversone di Tumminelli. L'isola Capo Rizzuto (che in avvio di ripresa cambia portiere: fuori Pullano, dentro Macrì) di fatto non riesce a creare pericoli dalle parti di Barbieri e la gara diventa un monologo degli acesi, vicini al terzo goal con Di Stefano che si vede respingere un tiro a botta sicura dalla traversa.

Il primo tiro verso la porta acese da parte dei padroni di casa arriva a metà ripresa con Scuteri, conclusione che non impensierisce Barbieri, ma che dà coraggio ai calabresi, che provano a farsi vedere ci più convinzione dalle parti di Barbieri, senza però che i granata corrano dei veri rischi. Infantino fa rifiatare Aloia e Barraco, dentro Alvarez e Cocimano, di rientro dalla squalifica. Il capitano si presenta subito con una punizione delle sue, palla salvata in corner. L'Acireale riprende il suo monologo: anche l'altro neoentrato Alvarez prova a scrivere il proprio nome sul tabellino di giornata, palla respinta. Palermo conclude dal limite, palla alta di poco; Cocimano servito a centro area cerca il tiro al volo, palla alta. Il 3-0 alla fine arriva, confezionato proprio dai due nuovi entrati: Cocimano inventa per Alvarez, che indirizza la palla nell'angolino lontano.

Finisce 3-0, punteggio che consente All'Acireale di tornare a vincere fuori casa (non succedeva da dicembre, 1-2 a Paceco), e permette ai granata di tornare da una trasferta con la porta inviolata: non era mai successo, ancora, in questa stagione.

Tabellino

ISOLA CAPO RIZZUTO-ACIREALE 0-3

Marcatori: 29' pt Pannitteri (A), 39' pt Aloia (A), 36' st Alvarez (A).

Isola Capo Rizzuto: Pullano (1' st Macrì), Bruno, Scuteri, Caterisano, Martino, Magliano, Mirabelli (10' st Greco), Sangaré, Prestinice, Ennin, Policastrese (35' st Affatati). A disposizione: Assisi, Liperoti, De Carli, Iannone, Bruno, Aprigliano. Allenatore: Leone.

Acireale: Barbieri, Tumminelli (38' st Albertini), Manes, Sciannamè, Palermo, Lordi (10' st Schiavino), Lo Nigro, Pannitteri (38' pt Di Stefano), Barraco (20' st Cocimano), Aloia (20' st Alvarez), Pantano. A disposizione: Giarrusso, Reina. Allenatore: Infantino.

Arbitro: Calvi di Bergamo.

Note: angoli 5-1 per l'Acireale.


il 25 Marzo 2018 - 17:22 562