Cinque palermitani alla Rolex Cup Iniziativa tra Palermo e Montecarlo


16 Giugno 2018 - 11:52 828

vela

Cinque palermitani alla Rolex Cup
Iniziativa tra Palermo e Montecarlo

I fratelli Arturo e Armando Caronna, Orazio Fatta, Federico Scrima e Tancredi Siracusa nel Principato.

PALERMO - La prima volta non si scorda mai. Se poi la prima volta è quella del progetto Sailing Youth Offshore Academy, l’iniziativa congiunta fra il Circolo della Vela Sicilia e lo Yacht Club de Monaco che ha messo in acqua un equipaggio under 20 e ha portato a termine la prestigiosa Giraglia Rolex Cup, allora l’impresa è davvero indimenticabile. A bordo del First 50’ Freedom, messo a disposizione dall’armatore Roberto Pucitta, cinque ragazzi palermitani del Circolo della Vela Sicilia, fra i quali il più piccolo, Arturo Caronna di 13 anni, e altrettanti compagni di navigazione dello Yacht Club de Monaco, quattro francesi e un inglese, hanno completato la loro prima regata d’altura, una delle più importanti del Mediterraneo.

«Per noi – dice il presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo – è una grandissima soddisfazione avere preso parte a questo progetto di crescita con i nostri ragazzi che hanno fatto il loro esordio in una delle più prestigiose e storiche regate d’altura. La Giraglia Rolex Cup è più di un esame brillantemente superato per i ragazzi che si sono misurati in una competizione fra le più difficili per blasone dei partecipanti e per livello di competitività».

Insieme con Arturo Caronna a bordo suo fratello Armando, Orazio Fatta, Federico Scrima e Tancredi Siracusa sotto la guida del tecnico Domi Aiello. Ad accompagnare i ragazzi dello Yacht Club de Monaco il tecnico Thierry Leret. L’equipaggio del First 50’ Freedom ha percorso le 241 miglia della tradizionale rotta della Giraglia Rolex Cup con partenza da Saint-Tropez e arrivo a Genova passando per lo scoglio della Giraglia, chiudendo al ventiduesimo posto su trentotto imbarcazioni iscritte nella classe ORC A. Fra le 212 barche al via della Giraglia Rolex Cup Freedom si è piazzata al centoquattresimo posto della classifica in tempo reale. Dopo avere tagliato il traguardo della Giraglia Rolex Cup, il progetto della Sailing Youth Offshore Academy non si ferma. L’equipaggio è già iscritto alla Palermo-Montecarlo che partirà dal golfo di Mondello il prossimo 21 agosto.

«È stata la prima regata d’altura per questo gruppo di ragazzi – dice Domi Aiello nel suo resoconto di regata – si è formata una bella squadra in cui il più grande ha 18 anni e il più piccolo 13. L’età media del nostro equipaggio è di 16 anni. Un dato che fa del nostro l’equipaggio più giovane in regata. Arturo Caronna con i suoi 13 anni, inoltre, è il vincitore del premio assegnato al più giovane partecipante. Tutti si sono comportati benissimo, hanno lottato contro bonacce e contro il sonno. Hanno fatto un centinaio di cambi vele e non si sono mai abbattuti. Qualcuno ha dovuto fare i conti con il mal di mare, ma non si è fatto sopraffare reagendo davvero bene come sanno fare i velisti d’esperienza. Siamo contenti per questa prima volta in una delle regate d’altura più importanti del Mediterraneo per storia e tradizione. Questo è un gruppo unito, forte che sa aiutarsi reciprocamente. All’arrivo i ragazzi hanno anche dato un occhio alle pagelle di fine anno scolastico che erano già online e hanno avuto anche la piacevole sorpresa dell’ottimo risultato delle medie alte. Per loro questa esperienza è stata un buon connubio fra sport e scambio culturale visto che a bordo si è parlato in inglese e francese oltre che italiano».


16 Giugno 2018 - 11:52 828