Palermo verso la Coppa Italia Tedino prova il 4-3-1-2


il 02 Agosto 2018 - 07:30 2.532

CALCIO - SERIE B

Palermo verso la Coppa Italia
Tedino prova il 4-3-1-2

Il tecnico rosanero intenzionato a schierare un 4-3-1-2 con Trajkovski nel ruolo di trequartista dietro le due punte.

PALERMO - Si avvicina sempre di più l'esordio ufficiale per il Palermo di Bruno Tedino che domenica sera sarà impegnato nella prima sfida della stagione al 'Barbera' in occasione del secondo turno di Coppa Italia contro il Vicenza. I rosanero, dopo la bella accoglienza ricevuta martedì da circa 2mila sostenitori accorsi nell'impianto palermitano per assistere all'allenamento a porte aperte dei propri beniamini, proseguono in questi giorni la preparazione dunque per il match che li vedrà opposti ai veneti. Tedino, nonostante una rosa non ancora completa con le numerose trattative messe in piedi dal direttore dell'area tecnica Rino Foschi sia in entrata che in uscita, si è comunque già fatto un'idea degli interpreti che scenderanno in campo nella prima uscita davanti il proprio pubblico.

Idee abbastanza chiare anche sul modulo da utilizzare per l'ex Pordenone che partira da un 4-3-1-2 già provato più volte durante il ritiro in quel di Sappada e nelle due amichevoli poco probanti in avvicinamento alla sfida di Coppa. Alle spalle della retroguardia a quattro dovrebbe fare il suo esordio in maglia rosanero il nuovo arrivato Brignoli anche se è possibile che Tedino dia spazio dall'inizio ad Alberto Pomini mentre in difesa i centrali, a meno di novità dal mercato, saranno Rajkovic e Struna (lo sloveno ha ricevuto un'offerta da parte dei rumeni del Cluj di 2 milioni di euro rimandata al mittente da Foschi, ndr) mentre sulle fasce agiranno Mazzotta e Rispoli, con il neo acquisto Salvi non ancora al top della forma ed Aleesami sempre più vicino ad un trasferimento al Torino in serie A.

A centrocampo, data l'assenza certa di Chochev ancora in fase di recupero dall'infortunio che lo tormenta dalla fine della passata stagione, sicuri di una maglia da titolare sono Jajalo, Fiordilino e Murawski con Tedino che nelle prossime ore potrebbe riabbracciare un altro fedelissimo come Dawidowicz. Il Benfica infatti, dopo aver ricevuto la corte serrata dell'Hellas Verona per il polacco, sembra invece esser rimasto fedele agli accordi precedentemente raggiunti con il club di viale del Fante sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto. In questo modo il calciatore tornerà in una piazza gradita mentre il club lusitano potrà incassare la cifra voluta dalla sua cessione. Salendo sulla linea della trequarti al momento le scelte dell'allenatore sono vincolate al solo Trajkovski dato l'infortunio occorso a Lo Faso durante il ritiro.

Difficile che Foschi riesca a portare alla corte del proprio allenatore uno fra Clemenza, Ragusa o Falletti prima della gara di Coppa Italia con il macedone che resta dunque l'unica opzione percorribile al momento. In avanti infine, a meno che la trattativa per George Puscas non si sblocchi nelle prossime ore, saranno Nestorovski ed uno fra Balogh e Moreo a guidare il reparto offensivo in attesa che giungano novità da parte dell'attaccante romeno con il Palermo che, a quel punto, potrebbe cedere con maggior tranquillità Nestorovski, unico bomber su cui poter far affidamento in caso anche di un'eventuale ripescaggio in serie A. Nel frattempo in tema di ripescaggi  il Catania ed il Novara sono ad un passo dall'ufficializzare il loro ritorno in serie B grazie al fallimento di Bari e Cesena. Per i rossazzurri, a meno che dal caso Parma non arrivi una promozione lampo per il Palermo, si profila dunque un derby tutto siciliano che non si vede ormai da diversi anni. 


il 02 Agosto 2018 - 07:30 2.532