Palermo, mercato agli sgoccioli Molti big 'rischiano' di restare


il 10 Agosto 2018 - 07:30 2.582

CALCIO - SERIE B

Palermo, mercato agli sgoccioli
Molti big 'rischiano' di restare

L'esito negativo della sentenza sul caso Parma non cambia i piani dei rosanero che però devono accelerare per sfoltire la rosa da calciatori con alti ingaggi.

PALERMO - E se alla fine gli acquisti superassero le cessioni? Allo stato attuale, con una serie A sfuggita ormai del tutto con anche il secondo grado di giudizio nel caso Parma che ha dato ragione ha ducali togliendo addirittura la penalizzazione in punti nella prossima stagione nella massima serie per i gialloblù, è un'ipotesi che per il Palermo di Maurizio Zamparini, guidato nel mercato dal suo braccio destro rientrato in Sicilia Rino Foschi, sembra divenire ogni giorno che passa sempre più concreta. Ad una settimana esatta dalla fine della parentesi estiva infatti i siciliani si trovano nella scomoda situazione di trovarsi in rosa ancora almeno quattro elementi con le valigie in mano che non hanno però offerte degne di nota.

Se in entrata Foschi ha messo a segno dei colpi buoni per la categoria cadetta (Brignoli, Salvi, Mazzotta, Haas, Puscas) resi possibili dalle cessioni ben piazzate di La Gumina, Coronado e Gnahorè, allo stesso tempo il Palermo si trova ancora lontano dall'aver realizzato quel piano che la società di viale del Fante si era prefissata all'inizio del calciomercato. Per provare a completare la rosa a disposizione di Bruno Tedino infatti ai rosa servirà risolvere le questioni relative ai vari Nestorovski, Rispoli, Aleesami e Struna con il club che proverà, come già affermato in recenti dichiarazioni, a trattenere invece Jajalo e Rajkovic considerati pilastri della rifondazione in questa seconda stagione di fila in serie B.

Il caso emblematico è quello di Nestorovski, pezzo pregiato di una paio di sessioni di mercato fa finito senza pretendenti nel giro di pochi mesi. Sul macedone, valutato dal Palermo non meno di 5 milioni di euro e con un ingaggio che raggiunge i 750mila euro, in un primo momento c'erano stati dei sondaggi dalla Turchia e dall'Inghilterra ma con la chiusura del mercato ieri nel Regno Unito le chance di vedere l'ex Inter Zapresic lontano dalla Sicilia si sono ulteriormente assottigliate a meno di un'occasione last minute proveniente da paesi extraeuropei, come nel caso di Coronado finito agli arabi dello Sharjah, altrimenti la prospettiva di una permanenza al Palermo almeno fino a gennaio diventa sempre più concreta.

Foschi di sicuro dovrà lavorare sodo per trovare una destinazione anche per i terzini Rispoli ed Aleesami, entrambi in scadenza a giugno 2019 e alla ricerca di una sistemazione in serie A. Per il campano le richieste non mancano (Bologna, Chievo, Parma, Frosinone) al contrario di offerte degne d'essere prese in considerazione mentre per il norvegese si continua a lavorare sull'interesse da parte del Torino con la pista che portava al Fulham definitivamente tramontata. Discorso simile anche per lo sloveno Struna, che ha chiesto la cessione a chiare lettere ma che non disdegnerebbe in ogni caso una permanenza, con i tedeschi del Werder Brema che continuano a temporeggiare sul difensore.

Sul fronte degli arrivi c'è da registrare proprio l'interesse per un difensore centrale come Luca Migliorini, classe '92 scuola Torino nell'ultima stagione all'Avellino che dopo l'esclusione dal prossimo campionato di serie B si trova svincolato e libero di potersi accasare con un'altra squadra. Foschi sarebbe in vantaggio su tanti club del campionato cadetto e alla fine potrebbe spuntarla mettendo sul piatto un contratto biennale per il giocatore originario di Riva del Garda.

In attesa di ufficializzare l'acquisto di Puscas (mancano ancora alcuni documenti per poter dare il via alla presentazione alla stampa, ndr) Foschi prova a chiudere in tempi stretti per il trequartista che dovrà cogliere l'eredità di Coronado. In questo ambito è lotta a due fra Cesar Falletti del Bologna (il Palermo ha il si del club e sta trattando con l'entourage dell'uruguaiano) e Luca Clemenza della Juventus. I bianconeri nello specifico, con cui il Palermo ha già un accordo per le il prestito con diritto di riscatto, comunicheranno a breve la propria decisione sul proprio talento che in Sicilia troverebbe l'ambiente perfetto per continuare a crescere.


il 10 Agosto 2018 - 07:30 2.582