Zamparini tuona: "Calcio malavitoso Follieri? Solo pubblicità a se stesso"


10 Agosto 2018 - 09:33 2.704

Calcio - Serie B

Zamparini tuona: "Calcio malavitoso
Follieri? Solo pubblicità a se stesso"

Le dichiarazioni del patron rosanero dopo la sentenza sul caso Parma

PALERMO - Quella rosanero è stata e continuerà ad essere un'estate calda. Tra le varie sentenze ed un mercato che non riesce a decollare, soprattutto in uscita, il Palermo prova a preparare la prossima stagione. L'esito della sentenza di ieri sul caso Parma è stato negativo, ma il patron del club di viale del Fante Maurizio Zamparini non ci sta: "E' un calcio malavitoso - ha dichiarato il proprietario del Palermo a Il Giornale di Sicilia -. Il vero scandalo è il silenzio mediatico su questa situazione. Non c’è rabbia, lo sapevo già che sarebbe andata a finire così, è del tutto normale. Quando la Procura federale nelle sue richieste inserisce la possibilità di penalizzare in A una società che ha condizionato una partita di Serie B, senza poi nemmeno fare ricorso, fa capire quanto questa sia una sentenza politica".

Poi l'imprenditore friulano si scaglia contro le istituzione, promettendo di continuare ad adire le vie legali: "Se premiano Frosinone e Parma dove dobbiamo andare? Io per fortuna me ne sto andando, perché è uno schifo. Abbiamo già chiesto alla Federazione l’autorizzazione sulla clausola compromissoria in modo da chiedere l’intervento della giustizia ordinaria e se non dovessero darci il via libera troveremo il modo di farlo comunque. Quanto fatto da Parma e Frosinone è degradante, impensabile per un calcio a questo livello".

Ieri l'uscita della notizia del possibile affare con Raffello Follieri: "Si è inserito per fare pubblicità a se stesso, ma non ci sono le credenziali. Ancora non c’è una trattativa: loro hanno manifestato l’intenzione e l’avvocato Anania sta verificando le loro credenziali per capire se sono all’altezza di poter fare un’offerta".

Maurizio Zamparini ha anche parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, soffermandosi sul rapporto con Giammarva: "Giammarva che spero che rientri e se non lo fa non riesco a capire il perché. Secondo me è una situazione sanabile, solo che c’è una differenza: Giam­marva è palermitano, mentre la De Angeli è veneziana… Provate a mettere d’accordo un pa­lermitano con una veneziana e vi assicuro che non è facile. Impossibile rivedere Giammarva presidente? No, spero di riportarlo dentro con assoluta serenità e che le cose si ricompongano"


10 Agosto 2018 - 09:33 2.704