Zamparini: "Follieri? Non conosco Il calcio è lo specchio del Paese"


il 14 Agosto 2018 - 15:03 3.664

calcio - serie b

Zamparini: "Follieri? Non conosco
Il calcio è lo specchio del Paese"

Il patron del Palermo parla della probabile cessione, ma anche del caos nel campionato cadetto.

PALERMO - Maurizio Zamparini torna a tuonare contro le istituzioni del calcio italiano, in particolare nei confronti di chi ha dato il via alla composizione del campionato di serie B a 19 squadre. Il patron del Palermo, intervistato per RMC Sport, ha sottolineato quando i problemi del calcio italiano siano lo specchio evidente di come stanno andando più in generale le cose nel nostro Paese: "Ciò che è successo non è altro che lo specchio di questa Italia - dichiara Zamparini - , un Paese dove si registra il totale disfacimento delle istituzioni. Ho vissuto un Campionato di Serie B a 22 squadre, è un sistema totalmente stupido e deleterio. Ho richiesto la sospensione dei campionati dopo i fatti di Frosinone per tutelare i nostri interessi, fu fatta una porcheria come una porcheria fu la sanzione. Il calcio deve ritrovare i valori, il percorso deve partire anche dall'operato dei media stessi".

Ma i discorsi di Zamparini non potevano limitarsi al disastro che sta avvenendo in continuazione nel calcio italiano, su vari livelli. Nel corso dell'intervista si parla anche del destino del Palermo, con le ultime notizie relative alla trattativa - reale o presunta - con Raffaello Follieri, l'imprenditore di origini foggiane che avrebbe anche versato 40 milioni nei conti del club. Zamparini, in questo caso, rimane abbottonato e continua a sostenere che quella del tycoon pugliese sia solo un'operazione più mediatica che concreta: "Non posso parlare di persone che non conosco. Ho incaricato uno studio di Milano di portare avanti le operazioni riguardo le offerte per il Palermo Calcio. Credo che avanzare discorsi sui giornali sia indice di poca credibilità. Mi auguro che non sia così".


il 14 Agosto 2018 - 15:03 3.664