Palermo, Murawski lo stakanovista Col Foggia polacco ancora titolare


il 14 Settembre 2018 - 07:30 1.239

CALCIO - SERIE B

Palermo, Murawski lo stakanovista
Col Foggia polacco ancora titolare

Nello stadio dove a distanza di un anno segnó il suo primo e unico gol in campionato il centrocampista si conferma pedina fondamentale per Tedino.

PALERMO - Lo 'Zaccheria' di Foggia sarà la prossima destinazione del Palermo dopo la sosta di due settimane richiesta dalle nazionali e per Radoslaw Murawski lo stadio pugliese non è certo uno qualunque. Il centrocampista polacco infatti a distanza esattamente di un anno, era appunto il 16 settembre della scorsa stagione, segnava contro i rossoneri la sua prima rete ufficiale in serie B, dopo quella realizzata al suo esordio assoluto in maglia rosanero nel match di Coppa Italia vinto con un largo 5-0 (proprio del polacco l'ultimo gol, ndr) contro la Virtus Villafranca, guarda caso un'altra formazione pugliese nel destino del giocatore voluto fortemente in Sicilia dal ds Fabio Lupo che lo pescò nella squadra del Piast Gliwice.

Una favorevole coincidenza per il mediano classe '94 che dopo quel suo primo gol non riuscì più a trovare la via della rete ma iniziò a scalare posti nelle gerarchie del centrocampo fino a disputare 41 match totali fra Coppa Italia, campionato e play off. A favorire le scelte, fondamentalmente prima quelle di Tedino che si innamorò via via del giocatore e poi anche se per poco Stellone,  dei tecnici rosanero sicuramente il temperamento indomito del calciatore capace di ritagliarsi un posto prima in un modulo che prevedeva un centrocampo a cinque e poi successivamente a quattro. Murawski dopo lo sfortunato epilogo del play off non ci ha pensato due volte a proseguire la sua avventura in Sicilia ammettendo con franchezza di voler conquistare la serie A con la maglia rosanero.

Una volontà, quella di uno dei veri stakanovisti della squadra, che è stata ripagata già in queste prime gare stagionali in cui Murawski è sempre partito titolare in un centrocampo a quattro al fianco di Jajalo o Fiordilino. Il tecnico Tedino non ci rinuncerà nemmeno domenica sera contro il Foggia sperando nell'influsso positivo che questo stadio ha già creato nei confronti del suo centrocampista che, al momento, non soffre di alcuna rivalità in campo dato che proprio il suo reparto è quello con meno elementi della rosa. Se si considera poi che Fiordilino difficilmente può prendere il suo posto, nonostante la duttilità del palermitano, ed Haas è considerato più un vice Jajalo con attitudini offensive Murawski deve temere soltanto il ritorno di un altro pupillo di Tedino come Ivaylo Chochev. Il bulgaro in queste settimane è ritornato in gruppo dopo un lungo infortunio e di sicuro non vede l'ora di mettere in difficoltà nelle scelte il proprio allenatore.


il 14 Settembre 2018 - 07:30 1.239