Palermo "Capitale della Scherma" Numerose iniziative in programma


03 Ottobre 2018 - 10:52 1.870

SCHERMA

Palermo "Capitale della Scherma"
Numerose iniziative in programma

Il sindaco Leoluca Orlando: "Siamo grati per questo segnale di attenzione nei confronti della nostra città"

PALERMO - Palermo sarà “Capitale della Scherma italiana” 2019. E’ questa la decisione assunta dal Consiglio federale della Federazione Italiana Scherma che, nell’istituire il “naming” che annualmente sarà assegnato ad una città italiana, ha voluto indicare Palermo quale “città simbolo” per il prossimo anno.

Nel capoluogo siciliano, infatti, sono in programma tra la fine del 2018 ed il primo semestre del 2019, numerose iniziative: dagli allenamenti collegiali delle Nazionali azzurre di fioretto, spada e sciabola, a gare di carattere nazionale rivolte agli under14, ma anche eventi promozionali e finanche un workshop che coinvolgerà i principali stakeholders a livello nazionale della Federazione Italiana Scherma.

Tutte iniziative che avranno quale sublimazione del percorso i Campionati Italiani Assoluti e Paralimpici 2019, in programma nel mese di giugno e che vedranno protagonisti sulle pedane palermitane atleti del calibro di Aldo Montano, Bebe Vio, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo ed i siciliani Daniele Garozzo, primo olimpionico figlio di Sicilia nella storia olimpica della Regione, Giorgio Avola, Rossella Fiamingo e tanti altri. Inoltre, la Federazione Italiana Scherma ha scelto proprio Palermo quale sede dei festeggiamenti per i 110 anni di storia di quella che è la realtà sportiva più medagliata dello sport italiano.

Quella di Palermo è una scelta che punta a segnare un ritorno “a casa” della scherma, in una delle sue capitali storiche – dice il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso -. Grazie al progetto “Fencing for Change” promosso dall’Esercito Italiano e che ha coinvolto da due anni l’Amministrazione Comunale, le istituzioni scolastiche, la Curia Arcivescovile e le società schermistiche palermitane, abbiamo avuto modo di constatare la voglia di tornare a vivere la scherma in questa città. Palermo ha nel suo DNA questa disciplina che veniva praticata soprattutto nei “salotti” delle famiglie nobili; fino a qualche decennio fa, inoltre, la città ha ospitato anche competizioni internazionali. E’ tempo quindi che la scherma torni in una delle città simbolo d’Italia e crediamo che, grazie alla sinergia ed alla comunione d’intenti con l’Amministrazione comunale ed il Sindaco Leoluca Orlando, le diverse iniziative poste in essere e soprattutto i festeggiamenti in onore dei 110 anni di storia della Federazione Italiana Scherma e poi i Campionati Italiani Assoluti e Paralimpici, possano essere l’inizio migliore per una nuova era per la scherma palermitana”.

Siamo grati al Consiglio Federale e al Presidente Scarso – afferma il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – per questo segnale di attenzione per la nostra città; un’attenzione cui corrisponde e cui corrisponderà la passione ed il caloroso seguito di pubblico che faranno da corollario a tutte le manifestazioni. La presenza nella nostra città di tanti campioni olimpici e paralimpici sarà certamente un modo per far conoscere ed apprezzare questo sport e sarà per noi uno stimolo a realizzare e supportare la realizzazione di tanti eventi piccoli e grandi per un vero e proprio anno di festa sportiva.”

“La scelta di Palermo come Capitale della scherma 2019 non può che riempirci di gioia ed è la conferma che la nostra città, malgrado i tanti problemi strutturali, può avere un ruolo primario anche in questo settore. I nostri campioni, a partire da Marcella Li Brizzi, premiata dal sindaco Orlando con la Tessera preziosa del mosaico della nostra città, e William Russo, campione mondiale 2011, sono la testimonianza di una città che vuole cambiare e che non si sente emarginata”. Lo dice Paolo Caracausi, consigliere comunale di Palermo del Mov139 in quota Idv.

“La scelta di Palermo come capitale italiane della scherma 2019 è il riconoscimento di un percorso che ha visto la nostra città cambiare volto in questi anni – dice Tony Sala, capogruppo di Palermo 2022 – Non possiamo che essere orgogliosi di questa designazione, che farà della nostra città un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale e che le donerà una visibilità importante. Un appuntamento a cui bisognerà arrivare preparati e per questo chiediamo che l’amministrazione attiva investa maggiormente sugli impianti sportivi e sulle società agonistiche cittadine: l’amore per la scherma è iscritto nel Dna di Palermo e dei palermitani e questo evento ci offrirà l’occasione per ricordarcene”.


03 Ottobre 2018 - 10:52 1.870