Erba non potata per mesi interi Stadio delle Palme in abbandono


il 25 Ottobre 2018 - 16:19 658

il caso

Erba non potata per mesi interi
Stadio delle Palme in abbandono

Impianto in stato di degrado, atleti e bambini (con annessi genitori) in gravi difficoltà.

PALERMO - La famosa e di anno in anno sempre più fitta discussione sugli impianti sportivi, che a Palermo vivono in stato di parziale se non totale abbandono, si arricchisce di un nuovo capitolo. Lo Stadio delle Palme, dedicato alla memoria di Vito Schifani, è l'oggetto di un nuovo stralcio di una pagina tristissima per il capoluogo siciliano. Un posto in cui l'incuria e la cattiva gestione sono ormai all'ordine del giorno. Ci siamo concentrati sull'erba che circonda e di cui è a sua volta circondata la pista dell'impianto di viale del Fante. Qui l'incuria prende davvero il sopravvento, visto che non viene eseguita la potatura ormai da diverse settimane, se non addirittura da molti mesi. Una situazione incresciosa di cui fanno le spese gli atleti e le società che vorrebbero allenarsi in vista delle gare e dei meeting. L'esempio più lampante arriva dallo spazio riservato al lancio del disco: basta un lancio un po' meno preciso, e l'attrezzo prende la via dell'erba, dalla quale è difficile recuperare il disco stesso.

E di questo pessimo trattamento sono vittime, in maniera involontaria ma concreta, anche i bambini. Anche perchè, quando non ci si allena sulla pista, specialmente ad età più tenere, il lavoro svolto dagli allenatori nei confronti degli atleti più giovani, dovrebbe avvenire proprio sull'erba presente al centro del campo. Tutto ciò, purtroppo, non può avvenire visto che in alcuni casi l'erba non tagliata e di conseguenza non curata dello Stadio delle Palme può arrivare anche alle ginocchia dei bambini, negando loro la possibilità di goderne. Ovviamente non mancano le lamentele degli atleti, ma in particolare sono quelle dei genitori degli atleti più piccoli ad arrivare in maniera più altisonante, considerando lo stato di degrado che può arrecare danni più o meno gravi. "Non è possibile far allenare i nostri bambini in una struttura così poco curata", esclama uno dei genitori da noi ascoltati.

Si aggiunge dunque un nuovo capitolo alla questione ormai di lunga data, relativa alla gestione - o per meglio dire, alla 'non gestione' - degli impianti sportivi della città di Palermo. Una risposta è attesa, magari nelle prossime ore, dalle istituzioni locali, fermo restando che la migliore risposta in situazioni del genere non andrebbe affidata alle parole, ma ai fatti e ai gesti concreti.


il 25 Ottobre 2018 - 16:19 658