Brignoli-Palermo, che feeling: "A giugno arriveremo in serie A"


il 07 Novembre 2018 - 10:00 1.387

calcio - serie b

Brignoli-Palermo, che feeling:
"A giugno arriveremo in serie A"

Il portiere rosanero parla del rapporto che sta costruendo con la città.

PALERMO - Alberto Brignoli si è ormai integrato in una Palermo che è così diversa dai luoghi che, nella vita o per lavoro, ha dovuto frequentare. Il portiere della formazione rosanero, intervistato per il sito ufficiale durante la rubrica Palermo Football Tour, ha parlato delle cose che lo hanno colpito di più fin dal primo giorno in cui è tornato in città dal ritiro di Sappada: "Palermo è una città bellissima, sia sotto il punto di vista culturale che sotto il punto di vista del quotidiano e della vitalità delle persone. Questi sono i due punti che mi hanno colpito maggiormente di questa città. Poi mi ha colpito la quantità di beni culturali: di chiese, di cattedrali, di monumenti che trovi in ogni scorcio di città. Per un ragazzo di Bergamo vivere a Palermo, almeno per me, non è stato difficile io sono abbastanza estroso e alla mano, mi piace interagire con le persone. Sono un bergamasco atipico. La cosa che cambia è il modo che le persone hanno di interagire e aiutarsi. Al sud se una persona può darti una mano, un’informazione o qualsiasi altra cosa lo fa. C’è una disponibilità veramente ampia".

Per Brignoli, oltre che la scoperta di una nuova grande città, l'approdo a Palermo rappresenta anche qualcosa di più dal punto di vista strettamente calcistico. La possibilità di riprendere il filo del discorso della propria carriera dopo l'annata a Benevento, dove si è fatto notare per un gol incassato ma anche perso ben presto la titolarità: "Riscatto è una parola che accomuna Brignoli calciatore al Palermo. E’ una parola molto forte, il riscatto è qualcosa che aiuta sempre a dare il 110% a maggior ragione quando, come nel mio caso, c’è una società che investe dandoti fiducia. E’ un grande stimolo, nella mia testa come in quella di tutti c’è l’obiettivo di arrivare a giugno e avere la promozione senza nascondesi troppo".

E parlando di calcio, non si può non pensare agli obiettivi da raggiungere in questa stagione, iniziata bene grazie anche al ritorno in panchina di Roberto Stellone. Con lui il Palermo sta volando e sta dando fondamento al sogno di tornare nella massima serie, e lo stesso Brignoli - che si trova bene in città a tal punto da viverla quasi come un perenne turista - fa capire quali devono essere gli ingredienti per una stagione perfetta: "Ho la possibilità di vivere due vite, dopo il calcio mi piacerebbe fare qualcosa dal punto di vista culturale. Per il Brignoli rosanero il futuro è molto delineato, bisogna avere pochi distrazioni e avere continuità di prestazioni e risultati riducendo al minimo il margine di errore per arrivare a giugno dove tutti vogliamo".


il 07 Novembre 2018 - 10:00 1.387