Palermo, continua a correre Nuova vittoria in rimonta


il 09 Dicembre 2018 - 07:30 3.077

CALCIO - SERIE B

Palermo, continua a correre
Nuova vittoria in rimonta

Il ritorno al successo contro il Padova porta a dieci i risultati utili consecutivi di Stellone. Un ruolino di marcia che può portare alla prima fuga della stagione.

PALERMO - Vincere e convincere non è sempre possibile, ma al Palermo ieri all'Euganeo di Padova è riuscito alla perfezione. Dopo essere andati sotto nel risultato, su una sforbiciata di Bonazzoli degna dello storico Parola simbolo degli album Panini, dopo una pressione asfissiante per la prima mezz'ora infatti i rosanero non si sono scomposti più di tanto mostrando una calma quasi olimpica. I siciliani hanno rialzato il proprio baricentro e prima che il cronometro segnasse il termine dei primi 45' avevano già rimesso il punteggio in parità grazie ad un'azione orchestrata dal club macedone composto da Nestorovski e Trajkovski, tornato in attività per l'occasione e che ha riportato al gol il trequartista dopo un digiuno troppo lungo in maglia rosa per il talentuoso numero 10.

Negli spogliatoi Stellone immaginiamo che poi avrà avuto poco da dire ai suoi ragazzi dato che con gli stessi uomini della prima frazione, e lo stesso 4-4-2 con Falletti e Trajkovski ancora una volta utilizzati come esterni offensivi e la coppia Moreo-Nestorovski a completarsi in attacco, il Palermo è tornato a macinare gioco contro un Padova comunque coraggioso ma meno corsaro. Ecco che la naturale conseguenza di un atteggiamento positivo da parte dei siciliani porta poi ai gol di Rajkovic, che in Veneto ha trovato terra di conquista realizzando il suo secondo gol in appena tre gare dopo quello contro l'Hellas, e sopratutto Nestorovski, il cui apporto in termini di marcature era mancato proprio nelle sfide contro i veronesi ed il Benevento.

Ottima reazione dunque ancora una volta da una situazione di svantaggio. Fino ad ora è successo infatti contro Cremonese, Foggia, Venezia e Hellas Verona che i rosanero riuscissero a trovare in sè la forza di non abbattersi ai primi ostacoli forti della consapevolezza di avere uno, se non l'unico, organico più completo di tutto il campionato cadetto. Il successo contro il Padova d'altronde porta a dieci i risultati utili consecutivi raggiunti da Stellone che da quando si è insediato non ha ancora conosciuto sconfitta (Iachini nella stagione della promozione dei record fermò la sua prima striscia positiva a otto gare, ndr) con ottime prospettive da qui alla fine del girone d'andata.

I rosanero adesso hanno infatti potenzialmente  nel mirino un trittico di gare abbordabili (Livorno, Spezia, Ascoli) e uno scontro diretto prima della fine del 2018 contro il Cittadella con Pescara e Lecce entrambe appaiate al secondo posto a quota 26 con tre punti di distanza dai rosanero che sconteranno entrambe il proprio turno di riposo (gli abruzzesi alla 17esima quando il Palermo affronterà lo Spezia e i pugliesi nel turno successivo con i rosa in quel di Ascoli). Nelle mani di Nestorovski e compagni c'è dunque la prima vera fuga della stagione, quella buona per iniziare a sognare concretamente il ritorno in serie A.


il 09 Dicembre 2018 - 07:30 3.077