Palermo, Falletti adesso è decisivo Gol e assist per la corsa promozione


il 13 Gennaio 2019 - 07:30 1.337

CALCIO - SERIE B

Palermo, Falletti adesso è decisivo
Gol e assist per la corsa promozione

Il sudamericano ha chiuso il suoi 2018 in rosanero con tre gol e due assist contribuendo al primato dei rosanero. Adesso punta a migliorare il suo record in B.

PALERMO  - In estate fu chiamato per colmare il posto lasciato vacante, in termini di talento piuttosto che numerico, da parte di Igor Coronado e dopo i suoi primi sei mesi in rosanero può dirsi più che soddisfatto dell'apporto dato al suo nuovo club. Cesar Falletti ha chiuso il suo 2018 con la rete decisiva per il successo del Palermo contro il Cittadella, che ha dato la matematica certezza del titolo di campione d'inverno e la sicurezza di potersi godere le vacanze invernali con un primato saldo, e in generale con un girone d'andata in cui l'ex Ternana e Bologna ha confermato quanto di buono detto dagli addetti ai lavori nella finestra di mercato estiva quando il direttore dell'area tecnica Rino Foschi lo ha prelevato dai rossoblu con la formula del prestito secco fino al giugno 2019. Tre gol e due assist fino ad ora il bottino dell'uruguaiano nato ad Artigas e cresciuto a Montevideo che nel confronto con lo score del suo predecessore brasiliano ha già fatto meglio in fatto di reti realizzate.

Se Coronado dopo il girone d'andata della passata stagione aveva infatti messo a referto ben sette assist per i suoi compagni ma soltanto due gol (quelli contro l'Empoli e Bari, ndr), migliorando nettamente il suo ruolino di marcia poi nel girone di ritorno con altri sette gol, il collega trequartista che indossa la maglia numero 20 ha già dato un contributo maggiore in zona gol segnando lo stesso numero di gol di attaccanti come Puscas e Moreo mentre nella passata stagione i siciliani si affidavano maggiormente alla vena realizzativa di Nestorovski, che guida comunque anche quest'anno la classifica dei bomber rosa con sei centri. Adesso per Falletti l'obiettivo è quello di puntare il ritorno in serie A dopo la sfortunata esperienza a Bologna in cui il sudamericano non trovò spazio per imporsi.

A Palermo invece il trequartista sembra aver trovato la sua dimensione grazie anche sopratutto al tecnico Stellone che lo ha sin da subito ritenuto un elemento fondamentale per l'equilibrio del gioco offensivo dei rosanero e praticamente non rinunciandovi mai anche con degli spezzoni a gara in corsa. Sfruttando il legame creatosi con il proprio mister Falletti dunque adesso ha l'opportunità sia di riprendersi una rivincita su chi non ha creduto in lui, riportando i siciliani nella massima serie grazie alle sue prestazioni, e allo stesso tempo puntare a migliorare il suo record personale di marcature nel campionato cadetto che risale alla stagione 2015/2016 quando con la maglia della Ternana s'impose come uno dei migliori trequartisti della serie B con ben dieci gol (mentre il record di assist lo stabilì l'anno seguente con nove suggerimenti decisivi, ndr). Entrambi gli obiettivi sono più che abbordabili in una stagione che deve essere quella del riscatto per il fantasista.


il 13 Gennaio 2019 - 07:30 1.337