La famiglia Morace saluta: "Quattordici anni bellissimi"


05 Marzo 2019 - 20:03 1.344

cessione trapani

La famiglia Morace saluta:
"Quattordici anni bellissimi"

Il commiato del Comandante e della moglie Anne Marie Collart.


 

TRAPANI - “Quattordici anni bellissimi, esaltanti, indimenticabili. Lasciamo il Trapani dal punto di vista societario ma continueremo a portare nel cuore i colori granata nel ricordo delle memorabili emozioni vissute e con l’orgoglio di avere entusiasmato una tifoseria che ci è stata sempre vicina e che ci ha stimolato al raggiungimento di traguardi sportivi straordinari. Quella di oggi è una scelta difficile, sofferta, ma inevitabile”.

Vittorio e Anne Marie Morace, “al comando” del Trapani dal 2005, salutano così la tifoseria del Trapani nel giorno della cessione ufficiale della società granata che passa nella mani del gruppo De Simone.

“Nel momento dell’addio non possiamo non ripercorrere idealmente la strada fatta nei nostri 14 anni di gestione, dal ritorno in serie D alla prima trionfale promozione in serie B della storia, avvenuta nel 2013, dalla serie A sfiorata nella stagione successiva all’ultima pagina di storia scritta appena qualche giorno fa con la conquista della semifinale di Coppa Italia Serie C”.

“Lasciamo il Trapani in ottima salute, al secondo posto in classifica, protagonista assoluto del campionato di serie C grazie all’impegno di tutti, al lavoro svolto dal direttore sportivo Raffaele Rubino, dallo staff tecnico guidato da mister Vincenzo Italiano, da tutti i nostri calciatori e da tutti i nostri dipendenti. E’ a tutti loro che vogliamo rivolgere oggi il nostro pensiero e ringraziarli di cuore, per avere con professionalità supportato la nostra Società,  vissuto assieme a noi i momenti più belli e quelli più difficili, senza tirarsi mai indietro, nemmeno nelle situazioni più complesse, sempre con la volontà di fare il meglio, andando oltre il semplice dovere. Senza di loro questa lunga e appassionante storia non sarebbe mai stata possibile. Dire ai dipendenti e collaboratori del Trapani grazie non è abbastanza. Siamo onorati di avere conosciuto persone meravigliose e di avere potuto lavorare assieme a loro. Abbiamo fatto grandi cose insieme.

Ringraziamo i tanti tifosi che ci sono stati vicini anche nei momenti più difficili e che hanno apprezzato gli sforzi profusi per fare grande la nostra squadra. Ci mancherà il loro affetto, che ci hanno sempre dimostrato. Non li dimenticheremo mai per come ci hanno fatto sentire parte di loro, uniti nel sentimento di amore nei confronti dei colori della nostra squadra.

Al “nostro” Trapani auguriamo un futuro ancora più roseo, con la speranza di un immediato ritorno in serie B. Se lo meritano la squadra, tutti coloro che lavorano per il Trapani, se lo merita una città a cui resteremo legati per sempre”.


05 Marzo 2019 - 20:03 1.344