Juventus, Allegri non vuole cali: "Udinese? Dobbiamo vincere"


07 Marzo 2019 - 16:59 297

calcio - serie a

Juventus, Allegri non vuole cali:
"Udinese? Dobbiamo vincere"

Le dichiarazioni del tecnico bianconero alla vigilia della sfida contro l'Udinese

PALERMO - Domani alle ore 20.30 la Juventus sfiderà all'Allianz Stadium l'Udinese. I bianconeri, reduci dal successo contro il Napoli che gli ha permesso di portarsi a +16, non hanno nessuna intenzione di mollare il campionato. Intervenuto in conferenza stampa, Massimiliano Allegri ha parlato così: “Indipendentemente dal vantaggio che abbiamo sul Napoli, dobbiamo continuare a vincere. Mancano sei vittorie per il titolo. Dobbiamo far bene per prepararci alla sfida di martedì. Domani vedrò chi gioca. Dybala sta meglio, Mandzukic anche e Ronaldo è a disposizione. Bonucci e Chiellini non giocheranno, Douglas Costa è in netto miglioramento e martedì dovrebbe esserci”, sono state le sue parole.

Il tecnico bianconeri ha poi parlato delle voci legate al suo futuro: “Ci siamo visti ieri sera a cena con il Presidente Agnelli. Siamo due persone intelligenti, che hanno costruito qualcosa di importante in questi 5 anni insieme. Abbiamo deciso di parlare del rinnovo del contratto a stagione finita. Tutte le cose che sono uscite in questi giorni sulle dimissioni o su presunte liti sono delle cavolate. Tra me, il presidente e la società i rapporti sono in totale sintonia, anche per il futuro. Siamo molto d’accordo e non ho mai detto di voler andar via. Ma tutto a suo tempo”.

Martedì prossimo lo scoglio più importante da superare, l'Atletico Madrid: “Cinque anni fa c’era la paura di non passare il girone e l’obiettivo del club ora è quello di provare a vincere ogni anno la Champions. Dagli ottavi in poi non c’è nulla di scontato. Vincere è straordinario, continuare a farlo ancora di più. La Juve ha una base solida importante che ogni anno la porterà a giocarsi la Champions. Martedì avremo un grande match da giocare in una stagione che in molti definiscono già fallimentare in caso di eliminazione. Ogni trofeo vinto deve essere celebrato, perché ogni vittoria è frutto di lavoro e sacrificio. Non ci hanno mai regalato niente. Ora abbiamo buone possibilità di passare il turno. La partita di Madrid ci ha lasciato delle scorie che ci hanno aiutato in questi 15 giorni. Martedì saremo pronti e faremo una grande partita. Non sarà facile, ma abbiamo tutte le carte in regola per fare un’impresa martedì. Servirà tanta pazienza perché la partita sarà lunghissima”.


07 Marzo 2019 - 16:59 297