Catania, Pulvirenti ci crede: "Vogliamo ritornare in Serie A"


12 Marzo 2019 - 11:59 2.501

Calcio - Serie C

Catania, Pulvirenti ci crede:
"Vogliamo ritornare in Serie A"

Il proprietario del club etneo: "Abbiamo chiesto un risarcimento di 20 milioni di euro. Siamo la Juventus della Serie C"

CATANIA - Parla Antonino Pulvirenti. Il proprietario del Catania, che negli ultimi anni aveva preferito evitare di rilasciare dichiarazioni, è stato intervistato da Telecolor nel corso della trasmissione “Corner”: “Se siamo finiti in C dilapidando 42 milioni di euro, la colpa è solo mia. Nella vicenda “Treni del Gol” ho delle responsabilità ma ritengo che ho sbagliato per troppo amore per la squadra; per il Catania avrei fatto qualsiasi cosa. Fu un errore morale, ma pratico non saprei: in quella circostanza nessun aiuto ci fu dato e ci salvammo con le nostre armi, ma ora ne piango le conseguenze. Cosentino? Fu un mio errore macroscopico. Era un periodo in cui io non ne azzeccavo una”.

Gli etnei continuano a sperare nella promozione in Serie B: “Siamo già una società che ha abbattuto un pesante passivo e sta messa bene dal punto di vista finanziario. La questione ripescaggi? Per i danni subiti questa estate abbiamo avanzato una richiesta di risarcimento pari a 20 milioni di euro: è una cifra enorme, mi auguro ce li diano tutti perché ce li devono. Siamo la Juventus della Serie C e non è facile vincere e battere tutti, ma l’obiettivo che abbiamo è quello di ritornare in Serie A. Spero che presto possiamo riassaporare la Serie A perduta”.

Infine Pulvirenti si è soffermato sull'amministratore delegato rossazzurro, Pietro Lo Monaco: “Ci ha rimesso impegno, passione, soldi e salute, ma lo ha fatto per scelta perché sente il Catania come una sua creatura. I tifosi? Ha fatto quelle dichiarazioni contro i gruppi organizzati perché ha cercato di attirare su di sé tutte le attenzioni. Lo ha sempre fatto ed è maestro in questo. Adesso dobbiamo tornare uniti come una volta e metterci tutti una pietra sopra. A cominciare dalla prossima partita. La società c’è e vuole tornare a vincere. E se i tifosi vogliono incontrarmi (in privato, senza stampa) possono farlo”.


12 Marzo 2019 - 11:59 2.501