Palermo, nove finali per la A Ecco le insidie per i rosanero


il 21 Marzo 2019 - 07:30 1.762

CALCIO - SERIE B

Palermo, nove finali per la A
Ecco le insidie per i rosanero

Dagli scontri diretti per la promozione fino a quelli contro chi lotta per non retrocedere. L'analisi del finale di stagione dei siciliani.

PALERMO - Il conto alla rovescia è ufficialmente partito dopo la sfida col Carpi. La vittoria contro gli emiliani ha infatti dato il via alle ultime nove gare di campionato per il Palermo di Roberto Stellone che considera questi ultimi match come vere e proprie finali da preparare al meglio per non incappare negli stessi errori commessi nella passata stagione. Più o meno a questo punto dello scorso campionato infatti con Bruno Tedino (anche se le squadre erano 22 e non 19 come quest'anno, ndr) i rosanero avevano battuto proprio il Carpi in casa con un netto 4-0 e la settimana successiva avrebbero vinto, seppur con difficoltà, in trasferta ad Entella per 2-1 mantenendo la corsa sull'Empoli e accorciando sul secondo posto occupato dal Frosinone. Poi però arrivò la sconfitta nel recupero col Parma e i successivi tre pareggi con Pescara, Cremonese e Cittadella che consentirono proprio agli emiliani di guadagnare punti sui rosanero e all'Empoli ed il Frosinone di sfuggire in classifica.

La conseguenza fu poi il cambio in panchina, quando mancavano quattro gare, fra Tedino e Stellone ed il finale di stagione che tutti conosciamo con la finale playoff persa contro il Frosinone. Ecco perchè il gruppo rosanero, memore dell'esperienza dell'anno scorso, non vuole rivivere lo stesso film e già dalla prossima sfida in trasferta contro il Cosenza ha intenzione di mettere tutto l'impegno e la concentrazione per portare a casa bottino pieno. Ai siciliani in queste ultime gare nemmeno a dirlo servono più vittorie possibili per agganciare ed eventualmente superare la capolista Brescia (che si trova attualmente ad un solo punto di distanza e dunque alla portata degli uomini di Stellone, ndr) anche se le sfide che aspettano i rosanero non sono certo facili, almeno sulla carta.

In generale Nestorovski e compagni da qui all'11 maggio (giorno in cui si giocherà l'ultima gara di campionato contro il Cittadella) saranno impegnati cinque volte in trasferta (Cosenza, Pescara, Benevento, Livorno, Ascoli) e quattro al 'Barbera' (Hellas, Padova, Spezia, Cittadella). Un tour de force, senza più soste programmate per impegni delle nazionali, da qui alla fine in cui i rosanero si troveranno a lottare in maniera equamente distribuita contro squadre che lottano direttamente per un posto in serie A come Hellas Verona, Pescara e Benevento, con chi non ha particolari problemi di classifica come Cittadella e Spezia ed infine con chi lotterà per non retrocedere come Ascoli, Livorno e Padova. Nove sfide in cui le insidie saranno numerose e mutevoli a seconda dell'avversario di turno e che i rosa potranno superare solo con forza e spirito di gruppo per festeggiare un traguardo che, al netto delle vicende che si verificano fuori dal campo, è alla portata di questa squadra.


il 21 Marzo 2019 - 07:30 1.762