Kean: "Io italiano dalla nascita Voglio essere trattato come tale"


25 Marzo 2019 - 16:44 257

calcio

Kean: "Io italiano dalla nascita
Voglio essere trattato come tale"

Dopo il gol in Nazionale, il giovane bomber torna a parlare.

PALERMO - Cosa hanno in comune Moise Kean, Callum Hudson-Odoi e Jadon Sancho? Tutti e tre sono calciatori, tutti e tre attaccanti. Ciascuno di loro ha bruciato le tappe a tempo di record fino alla sua nazionale, e occupa una posizione nella top ten della della Next Generation del pallone, la generazione futuro.
Di piu': tutti e tre sono nati nel 2000. Non sarà forse un caso se dietro ragazzi-simbolo di un presente che cambia - in Premier League l'anglo-ghanese Hudson-Odoi, in Bundesliga l'anglo-trinidadese Sancho, in A l'italo-ivoriano Kean - ci sono storie da 'stranieri' solo di nome. Non sono più tali - a prescindere dallo ius di ciascuna legislazione - gli immigrati di prima o seconda generazione che riempiono i settori giovanili di tutta Europa, in cerca di gloria. "Ma io sono cittadino italiano dalla nascita - ha raccontato Kean dopo aver esordito con gol ieri a Udine, con la maglia della nazionale di Mancini - i miei genitori sono qui da oltre 30 anni. Cosa penso di questa questione della cittadinanza? Dispiace, siamo tutti nello stesso paese e se viviamo qui dobbiamo essere tutti trattati da italiani".


25 Marzo 2019 - 16:44 257