Presentata l'edizione 2019 "L'uguaglianza è in gioco"


25 Marzo 2019 - 16:25 441

vivicittà

Presentata l'edizione 2019
"L'uguaglianza è in gioco"

Il 31 marzo si corre per la 36esima volta la manifestazione podistica.

PALERMO - Conto alla rovescia in vista del 31 marzo, quando andrà in scena la 36a edizione del Vivicittà Palermo. La manifestazione è stata presentata stamattina alla presenza, tra gli altri, del vice Sindaco di Palermo Fabio Giambrone, del presidente dell’Uisp Palermo Salvatore Ferrante, del suo vice Fabio Maratea e di Vincenzo Alaimo responsabile del marketing. “L’uguaglianza è in gioco” sarà lo slogan dell’edizione numero 36 del Vivicittà che accenderà i suoi riflettori in 60 città italiane e nel mondo ed in 22 istituti penitenziari e minorili. Anche quest’anno la famiglia, le scuole, saranno protagoniste del Vivicittà, da sempre vicino ai temi sociali e solidali.

Lo start, come ormai consuetudine, verrà dato alle 9.30 dai microfoni di Radio1 Rai. Quest’anno si passa dalla storica distanza dei 12 km alla classica dei 10 km. L’evento di Palermo, sempre presente a tutte le edizioni del Vivicittà, anche quest’anno si annuncia come la manifestazione podistica più partecipata dell’isola. Oltre che nel capoluogo siciliano, si correrà, infatti, anche a Messina, Trapani, Barrafranca e Ragusa. A Palermo si correrà lungo via Libertà; proprio dal salotto buono della città, partirà la competitiva (10 km), a seguire la passeggiata ludico motoria di 3 chilometri. Le scuole saranno al centro dell’iniziativa portata avanti dal comitato provinciale della Uisp di Palermo. Anche quest’anno, infatti, i primi tre istituti scolastici con più alunni iscritti alla non competitiva riceveranno un “buono” da spendere in attrezzature sportive. Mille euro il “montepremi”, suddiviso in tre premi da 500, 300 e 200 euro. Gli organizzatori hanno anche consegnato nelle “mani” dell’assessorato comunale alle attività sociali, cento iscrizioni gratuite da regalare ad altrettanti bambini disagiati di Palermo.

Così ha parlato in conferenza stampa Fabio Maratea (Uisp Palermo): “Una manifestazione che pur sembrando anziana (36 edizioni, Palermo sempre presente n.d.r.) ogni anno si rinnova trovando nuovi temi e nuove iniziative in città. Quest’anno sarà una tre giorni di sport davvero per tutti. Grazie anche al comune di Palermo, venerdì, sabato e domenica, il giardino inglese sarà come un grande impianto sportivo. Tutti i cittadini, nessuno escluso, potranno provare la disciplina a loro più congeniale. Noi siamo solidali alla uisp di Torino che dopo 32 ha dovuto rinunciare al suo Vivicittà in quanto in contemporanea è stata inserita un mezza maratona, questo per sottolineare che una sana programmazione sportiva andrebbe fatta, per eviatare situazioni come queste”.

Nel capoluogo siciliano i motori dunque si accenderanno già venerdì 29 marzo, con “Aspettando il Vivicittà -prova lo sport” una tre giorni, con ritrovo all’interno del Giardino Inglese, nel corso della quale grandi e piccoli potranno cimentarsi in svariate discipline, dal basket, alla pallavolo, alla danza e partecipare a lezioni gratuite di arti marziali, ginnastica, arrampicata ed altro; sabato 30 marzo, gli alunni della scuola Cavour di Palermo disputeranno il loro torneo scolastico proprio nei campi predisposti dalla Uisp all’interno dell’area expo. Sempre sabato Salvatore Ferrante sarà presente con l’attività di Aikido con l’AIADA (Accademia italiana Aikido discipline affini) che lui stesso rappresenta a Palermo.


25 Marzo 2019 - 16:25 441