Nuoto Catania, che tracollo Brescia infligge ventidue gol


18 Aprile 2019 - 11:58 216

pallanuoto - serie a1

Nuoto Catania, che tracollo
Brescia infligge ventidue gol

A fine partita, coach Peppe Dato è una furia.

CATANIA - La Nuoto Catania subisce una pesante sconfitta, perde senza lottare subendo per l’intera durata del match la superiorità tecnica e tattica dei bresciani. Partita dominata interamente dal Brescia, dunque, che ha dettato tempi e gioco, nel match serale alla Scuderi, valido per il ventitreesimo turno di campionato. 22-1 il risultato al termine del match. I rossazzurri sono riusciti a mettere a segno solo una rete per opera del capitano Nenad Kacar.

Parole forti quelle del tecnico Peppe Dato, che sottolinea la mancata crescita della sua squadra in una gara che poteva rivelarsi un’occasione di crescita: “Partita disastrosa, che il Brescia fosse più forti di noi lo sapevamo, ma oggi è mancato tutto: gioco, coraggio e reazione” – ha affermato il tecnico della Nuoto Catania Peppe Dato – “Loro, a dispetto nostro, hanno lottato fino alla fine. C’è una grande differenza di qualità e purtroppo anche di mentalità. C’è modo e modo di perdere e di affrontare gli avversari, con il tipo di gioco del Brescia sapevamo di avere poche possibilità, ma dovevamo fare di più, oggi abbiamo sprecato un’occasione importante per crescere”.

In vista delle ultime tre sfide, da qui alla fine della stagione, Dato dichiara: “Continueremo la preparazione in vista delle ultime tre gare di campionato, il nostro obiettivo sono i playout. Dobbiamo necessariamente fare punti e coltivare certezze, anche se le certezze si acquisiscono giocando, cosa che noi oggi non abbiamo fatto”.


18 Aprile 2019 - 11:58 216