Kickboxing, conclusa la fase finale Portaro: "Siamo i più temuti"


13 Maggio 2019 - 11:49 1.348

kick boxing

Kickboxing, conclusa la fase finale
Portaro: "Siamo i più temuti"

"In Sicilia abbiamo campioni mondiali e continentali che combattono ad armi pari i leader di questa disciplina"

PALERMO - Si è da poco conclusa la fase finale dei campionati italiani di kick boxing della FIKBMS, federazione riconosciuta dal Coni a inizio maggio. In una lunga intervista ha parlato il direttore tecnico della Nazionale,
Sergio Portaro, palermitano di 55enne Cintura Nera di 7° grado Wako e campione del mondo a Londra nel 1991: "Il campionato italiano FIKBMS è la gara Nazionale più importante della stagione in corso poiché da essa sono usciti i vincitori campioni d’Italia che vestiranno la maglia azzurra e difenderanno i nostri colori il prossimo Campionato Europeo Cadetti e Junior che si svolgeranno in Ungheria dal 24 al 31 agosto, mentre i Seniors disputeranno il Mondiale ad Antalya in Turchia a Novembre. A questa gara hanno partecipato 1250 atleti provenienti da ogni regione d’italia e la Sicilia ha affermato di essere tra le regioni più forti piazzando 12 atleti in Nazionale tra le varie categorie Cadetti, Junior e senior nel varie specialità che distinguono la kickboxing: Pointfighting Light contact e kick light".

Portaro ha poi proseguito: "Il livello raggiunto dai nostri atleti è veramente altissimo in Sicilia abbiamo campioni mondiali e continentali che combattono ad armi pari con americani, ungheresi e tedeschi da sempre leader e avversari che contendono le prime posizioni con i nostri alfieri".

La nazionale italiana ha raggiunto diversi successi nelle ultime edizioni: "Abbiamo mantenuto il primo posto nel medagliere con 8 Ori 4 argento e 2 bronzi a Bratislava quest’anno. Il lavoro svolto giornalmente dai DT di società è puntiglioso e programmato con metodo scientifico interagendo direttamente con i tecnici nazionali, ci forniscono atleti sempre più preparati e vincenti".

Infine, Portaro ha espresso tutta la sua soddisfazione per il lavoro svolto: "Sono molto felice per livello espresso dai nostri atleti siamo la nazionale più temuta nel panorama mondiale ci osservano quando ci riscaldiamo, quando facciamo fare le figure ai colpitori e ci invitano per fare stage tecnici anche fuori dall’Italia. La macchina organizzativa ormai collaudata da anni di esperienza per muovere Dirigenti, tecnici, massaggiatori e atleti conta circa 100 persone e richiede uno sforzo organizzativo, finanziario enorme, grazie al nostro Presidente Donato Milano e dirigenti di settore Massimo Casula, Riccardo Bergamini e Bruno Campiglia".


13 Maggio 2019 - 11:49 1.348